Quelle perfette, probabilmente, nella realtà non esistono, eppure costruire una famiglia felice, nonostante i problemi quotidiani, è possibile, se si rispettano alcuni principi fondamentali.

Primo tra tutti, quello di metterci sempre tanto impegno e dedizione perché la felicità, anche quella famigliare, a dispetto di quanto si creda, è un bene prezioso che va coltivato con amore nel tempo. Vietato quindi dare tutto per scontato e far prevalere un atteggiamento passivo, altrimenti il rischio sarà quello di mandare in frantumi anche i rapporti in apparenza più solidi.

Rispetto, ascolto e tanta pazienza sono quindi le parole d’ordine per far funzionare al meglio le cose all’interno del ménage di coppia e familiare… e poi? Ecco le 10 regole d’oro per costruire una famiglia felice.

  1. La coppia, fondamento della famiglia. Per costruire una famiglia felice bisogna, prima di tutto, essere una coppia felice: il rapporto di coppia, infatti, è il fondamento sui cui si baserà tutto quello che verrà dopo, a partire dai figli.
  2. Il rispetto di tutti. Imparare a rispettare il punto di vista degli altri è un altro step fondamentale per costruire una famiglia felice. Vietato imporre: anche i bambini vanno ascoltati e capiti altrimenti non sarà possibile far funzionare davvero le cose.
  3. Educazione condivisa. Un altro aspetto fondamentale riguarda l’educazione dei figli: se mamma e papà la pensano allo stesso modo o sono comunque capaci di trovare un punto di incontro, sarà più facile dare delle regole ai bambini e farle rispettare, a beneficio della serenità famigliare.
  4. A ognuno il suo compito. All’interno del nucleo famigliare, poi, è necessario che a ognuno venga riconosciuto un ruolo e che tutti si impegnino per assolvere i propri compiti quotidiani. In questo modo sarà possibile anche educare i bambini a “darsi da fare” per il benessere di tutti.
  5. Tenere aperta la comunicazione. I problemi si risolvono e si prevengono, parlando. Questa è una regola che vale in qualsiasi contesto, anche e soprattutto in quello della famiglia. Parlarsi, raccontarsi, spiegarsi serve a capirsi e a conoscersi meglio. Vietato quindi nascondersi dietro la scusa del poco tempo a disposizione: per costruire una famiglia felice, il tempo per parlare va sempre trovato.
  6. Gli spazi altrui, un bene da rispettare. Un’altra regola fondamentale è quella di imparare a rispettare gli spazi altrui. Ogni componente della famiglia, infatti, fosse anche un bambino, ha bisogno di un suo spazio di “decompressione” che va rispettato e che non va invaso o negato.
  7. Il buon esempio. Affinché anche i bimbi cooperino per la felicità familiare, sarà necessario dare loro il buon esempio. Se mamma e papà si rispettano, anche per loro sarà più facile applicare lo stesso modello alle loro relazioni.
  8. Tempo libero a misura di famiglia. Come passano il tempo insieme le famiglie felici? Non c’è una regola precisa da rispettare. L’importante è riuscire sempre a ritagliarsi del tempo per condividere un momento che possa essere per tutti un momento di svago, senza forzature o imposizioni.
  9. Un figlio solo se c’è amore. Attenzione anche a non cadere nell’errore, fatale, di credere che i figli possano rafforzare una relazione traballante. Avere un bambino e decidere di mettere su famiglia deve essere una scelta basata sull’amore reciproco e non su un capriccio del momento.
  10. Imparare a chiedere a scusa. Infine, sembra banale, ma perché tutto in famiglia fili liscio è importante sapere riconoscere i propri errori e chiedere scusa. Non solo al partner ma anche ai bambini. Una giornata “no” può capitare anche alla mamma e anche lei può sbagliare. Nulla di grave: l’importante è saperlo riconoscere anche con i bambini.