Per assumere corrette abitudini alimentari si dovrebbero seguire ogni giorno almeno 10 consigli per la colazione. Il primo pasto, infatti, deve fornire l’energia necessaria per affrontare non solo le attività della mattina, ma di tutta la giornata. Chi la salta ha minore capacità di concentrazione e di resistenza durante l’esercizio fisico, a tutte le età.

La prima colazione deve apportare i nutrienti essenziali al sistema nervoso centrale e, a lungo termine, favorire un adeguato apporto nutrizionale complessivo. Consumata regolarmente, migliora i parametri metabolici correlati al rischio cardiovascolare e allo stato di salute e al benessere generale.

Le linee guida italiane per una corretta alimentazione affermano che la prima colazione deve introdurre il 15-20% dell’intake calorico quotidiano: il 15% se si prevede uno snack a metà mattina, il 20% se si passa direttamente al pranzo.

Ecco, allora, i 10 consigli da seguire a colazione soprattutto in inverno quando, a causa del sistema immunitario più debole, i malanni di stagione possono essere frequenti.

  1. Mangiare sempre: saltare la colazione significa rallentare il metabolismo del corpo e aumentare la tendenza ad ingrassare.
  2. Bere acqua: ancora a stomaco vuoto, si dice sia buona norma ingerire un bicchiere d’acqua tiepida, così da pulire l’organismo e mantenerlo idratato. Sarebbe raccomandata l’aggiunta di succo di limone appena spremuto, per mantenersi sani e vitali.
  3. Non bere solo caffè: a stomaco vuoto il caffè provoca un’ipersecrezione gastrica che, a lungo andare, può comportare la comparsa di problemi all’apparato digerente come gastriti e reflusso esofageo.
  4. Inserire nella dieta il latte fermentato: i probiotici somministrati in quantità adeguata apportano diversi benefici per la salute. Tra questi, Actimel in ogni bottiglietta, oltre ai normali fermenti dello yogurt, contiene più di 10 miliardi di fermenti L. casei Danone (i fermenti esclusivi selezionati dal centro di ricerca Danone), che è in grado di superare la barriera acida dello stomaco e di arrivare vivo e vitale nell’intestino. Oltre ai fermenti, Actimel contiene Vitamina B6 e Vitamina D, che aiutano la normale funzione del sistema immunitario e riducono il senso di stanchezza. Per questo motivo, bere anche Actimel tutte le mattine è una buona abitudine all’interno di uno stile di vita sano e di una alimentazione varia ed equilibrata. Oltre a bianco e al bianco con lo 0% di grassi, esiste ai gusti alla fragola, frutti di bosco, multifrutti, pesca e pappa reale, agrumi e ciliegia. Inoltre, è disponibile alla fragola e all’ananas con lo 0% di grassi.
  5. Moderare l’assunzione di zuccheri: i cibi dolci saziano più velocemente, ma comportano un picco della glicemia che poi crolla repentinamente. Per questo motivo, nel giro di un paio di ore ricompare il senso di fame.
  6. Bere pochi succhi di frutta: i prodotti confezionati sono ricchi di zucchero. Meglio, quindi, preferire centrifughe o estratti fatti in casa sul momento o, se non si ha tempo, mangiare direttamente un frutto intero, possibilmente di stagione.
  7. Mangiare lentamente: il primo pasto della giornata dovrebbe essere consumato in almeno 15 minuti, da seduti, assaporando con calma il cibo, per dare tempo al cervello di registrare il pasto.
  8. Non mangiare troppo tardi: gli esperti consigliano di fare colazione entro un’ora dal momento in cui ci si è alzati. Andando avanti nella giornata, aumenta il senso di fame e quindi il rischio di abbuffarsi, compromettendo anche il pranzo.
  9. Mangiare le fibre: aumentano il senso di sazietà, contribuiscono a ridurre l’assorbimento di grassi e zuccheri e aiutano le funzioni intestinali. Il modo migliore per ottenere fibre è quella di prediligere il muesli, unendo ai cereali integrali della frutta secca, i semi oleosi e qualche goccia di cioccolata fondente.
  10. Assumere proteine: aiutano a sentirsi sazi più a lungo, perché sono più lente a essere digerite. Non soltanto uova, formaggio o prosciutto, contengono le proteine, ma anche il pane integrale e i legumi.