Scegliere una palestra in maniera attenta e oculata è fondamentale per fare dell’attività fisica una consuetudine piacevole e soprattutto regolare. Per questo motivo, prima di sottoscrivere un abbonamento di lunga durata, è meglio fare un tour tra le strutture presenti nella zona in cui si abita o si lavora.

Per non incorrere in errori di valutazione, è bene tenere a mente queste 10 cose da sapere prima di scegliere una palestra.

  1. Luogo: se arrivare in palestra diventa una seccatura, si avrà sempre una buona scusa per saltare un allenamento. È importante quindi scegliere sempre una palestra vicino casa o al posto di lavoro.
  2. Orari: se la palestra non apre prima delle 9 del mattino e si desidera allenarsi prima di andare al lavoro o, al contrario, chiude prima delle 9 di sera, quando si preferisce la sera, è meglio optare per una struttura con orari più elastici.
  3. Prezzo: una quota eccessivamente bassa a volte evidenzia la poca attenzione nei confronti del cliente. Un abbonamento molto economico, infatti, comporta per il centro fitness un taglio sui costi di personale. C’è quindi la possibilità che quantità e qualità degli istruttori siano molto basse.
  4. Assistenza medica: meglio evitare i centri dove prima dell’iscrizione non viene chiesto un certificato medico di buona salute, perché è sintomo di poca serietà. Meglio ancora se nella struttura sono presenti uno studio o una figura medica.
  5. Pulizia: segni rivelatori della pulizia di una palestra sono i bagni e gli angoli. Un altro punto da considerare è la presenza o meno di mezzi di disinfezione dei macchinari dopo l’uso. Se, dislocate nelle aree di allenamento, non ci sono stazioni con rotoli di carta e diffusori spray per la pulizia dell’attrezzo utilizzato, è meglio cambiare scelta.
  6. Istruttori: importante è assicurarsi che gli istruttori siano tutti qualificati, diplomati Isef o Laureati in Scienze Motorie.
  7. Attrezzature e corsi: prima di iscriversi è importante visitare la struttura e vedere le attrezzature ed i corsi offerti, valutare la qualità delle macchine, la quantità ed il loro stato di usura.
  8. Sale e aree relax: i centri che comprendono sale divise per i classici corsi e la sala fitness sono da preferire. Nell’attrezzatura della palestra dovrebbero figurare macchine isotoniche, pesi liberi e macchine per il cardiofitness. Inoltre ci dovrebbe sempre essere uno spazio adibito agli esercizi addominali ed allo stretching. Un punto di merito anche ai centri che includono un’area di rilassamento dotata di sauna, bagno turco e zona relax.
  9. Presenze: durante il tour della palestra si deve chiedere al consulente fitness quante persone e in che fasce orarie accedono all’impianto, così da programmare al meglio il proprio allenamento senza eccessive attese durante gli esercizi.
  10. Periodo di prova: i centri fitness che permettono un paio di giornate o una settimana di prova sono da preferire agli altri, perché danno l’opportunità di avere una percezione personale dell’organizzazione, dell’atmosfera e della tipologia di clientela.