Come crescere i propri bambini è a discrezione di ogni genitore, e nessuno potrà insegnare agli altri come farlo: tuttavia, è possibile dividere le caratteristiche tra quelle di una mamma convenzionale o di mamma non convenzionale, ovvero sopra le righe.

Ecco un semplice test per vedere se si è o meno una mamma convenzionale. Se vi ritrovate in almeno 7 dei 10 punti, allora significa che siete mamme davvero originali.

  1. Parlare di sesso: la mamma convenzionale è quella che aspetta che il proprio figlio capisca da solo ciò che avviene nel proprio corpo man mano che cresce. Una mamma non convenzionale è quella che educa il bambino a conoscersi e a non aver paura del sesso, senza neanche farlo diventare una fissazione.
  2. Far capire il valore dei soldi: la mamma convenzionale dà ai propri figli tanti soldi quanti gliene servono. Quella non convenzionale insegna loro il valore del denaro e, se necessario, fa capire cosa significa non avere risparmi.
  3. Dire di “No”: anche se molte non lo capiscono, la mamma convenzionale cede spesso ai classici capricci dei bambini. Quella non convenzionale sa dire di “No” senza dispiacersi (almeno in apparenza), facendo capire, tuttavia, al bambino il motivo della sua decisione.
  4. Viaggiare: la mamma convenzionale è quella che preferisce trascorrere le vacanze al mare, in serenità. Quella non convenzionale, ovviamente in base alle disponibilità economiche, gira il mondo con i propri figli per insegnare loro a esplorare.
  5. Lasciare partire i bambini da soli: soprattutto durante il periodo estivo, una mamma convenzionale non si sognerebbe mai di lasciare i propri figli soli. Quella non convenzionale li mette su di un pullman direzione “colonia” per farli crescere.
  6. Lasciarli liberi di scegliere: molto spesso capita di decidere per i propri figli il percorso di studi, lo sport e la compagnia. Una vera mamma non convenzionale è quella che rispetta le decisioni dei propri figli, intromettendosi solo qualora vi fossero dei reali pericoli.
  7. Insegnar loro il valore dello studio: una mamma convenzionale lascia studiare i propri figli senza far capire il perché sia immportante. La mamma non convenzionale stimola i propri figli a conoscere e scoprire ciò che li circonda, per essere davvero cittadini del mondo.
  8. Dare loro delle responsabilità: una cosa che la mamma convenzionale non fa è quella di mettere il proprio bambino di fronte a un incarico che dovrà portare a termine. In questo modo, i figli impareranno a dare valore al tempo e a portare a termine un compito.
  9. Cucinare insieme: la mamma convenzionale è quella che prepara la cena per tutta la famiglia. Al contrario, la mamma non convenzionale è quella che condivide quel momento con tutta la famiglia, divertendosi.
  10. Chiedergli scusa: infine, una mamma convenzionale non chiede mai scusa, perché ciò è sottointeso. Al contrario, una mamma non convenzionale è quella che pronuncia quella fatidica parola davanti al figlio.