Il matrimonio all’aperto fa sognare tantissime donne sparse in tutto il globo. Dalle immagini di Sex & The City, fino ad arrivare alle commedie americane che esauriscono il proprio potere in una sola stagione, ogni film che si rispetti ha una marcia nuziale avvolta da immense vallate e da sedute sparse in verdeggianti e curatissimi giardini.

Organizzare un matrimonio all’aperto non è così difficile come sembra e, in alcuni casi, può rivelarsi anche un modo per ridurre il budget e le spese – alcune delle quali legate al costo dell’affitto della Chiesa, al doppio allestimento sia nel luogo sacro che nella location adibita al ricevimento, ai trasporti, etc. Ecco 10 idee che possono aiutare nella realizzazione perfetta del matrimonio all’aperto.

  1. Esplosione floreale. La natura consente di giocare e divertirsi con la flora circostante: perché, dunque, non scegliere di dare ai fiori il ruolo di protagonista? Ad esempio, si può decidere di fare la passerella sulla quale si passerà prima di arrivare davanti al proprio sposo interamente in petali; non importa se di rose o di margherite: in questo modo gli invitati avranno un fortissimo impatto visivo, nonché olfattivo, e saranno da subito accompagnati all’interno delle vostre nozze.
  2. Tuffo in piscina. Se la location che è stata scelta offre anche la piscina, perché non decidere di utilizzarla come centro nevralgico del ricevimento? A bordo piscina, infatti, sarà possibile donare maggiore romanticismo alle nozze e, una volta finito il ricevimento, quando tutti i parenti sono andati via e sono rimasti solo gli amici più stretti (che dovranno essere debitamente informati), ci si potrà liberare degli abiti eleganti e fare un tuffo in piscina, come ai tempi del liceo
  3. Occhio al sole. Sposarsi all’aperto significa anche sposare giornate che siano ideali per una cerimonia sovrastata dal cielo. A tal proposito, perché non allestire il punto nel quale si svolge la cerimonia, e poi il ricevimento, con gazebi che ripareranno dal sole? Oltre ad essere utili, potranno diventare parte integrante dell’allestimento che, in questo modo, renderà più sinuoso il rapporto tra la natura e le “costruzioni artificiali”.
  4. In riva al mar. Alcune città sparse per il territorio nazionale permettono di celebrare le nozze in riva al mare, dove poi gli invitati potranno assaporare preziosi menù a base di pesce. In questo caso, un’idea, potrebbe essere quella di richiedere, come dress code, una tenuta da spiaggia, che ben si accosta alle temperature e che permetterà agli ospiti di sentirsi più liberi ed a proprio agio, nonché coinvolti in maniera diversa dalla celebrazione.
  5. Sfruttare le particolarità del posto. Se ad accogliere lo scambio dei “Si” è una fattoria o un agriturismo, e la distanza dal luogo dello scambio degli anelli al posto del ricevimento supera le centinaia di metri, perché non scegliere di trasportare gli ospiti da una parte all’altra con mezzi di trasporto tipici del posto? Dalla carrozza trainata dagli asini, al carro, al trattore, ogni dettaglio farà immergere gli invitati nell’atmosfera circostante rendendo unico il matrimonio.
  6. A ogni ospite il suo kit. Se il budget a disposizione è medio-alto ed avete scelto una location particolare come il mare o il parco di una villa, potete rendere ancora più incredibile il benvenuto degli ospiti grazie alla consegna di appositi kit studiati per rendere più agevole la loro permanenza. Ad esempio, se ci si trova sulla spiaggia, si può consegnare una borsa con un cappello di vimini, occhiali da sole ed infradito, così da incontrare le necessità degli ospiti. Per mettere in pratica questa idea è necessario conoscere a fondo gli invitati, così da non sbagliare.
  7. Non la solita marcia nuziale. L’aria aperta offre anche spazi ampi nei quali inserire tutti gli optional di cui abbiamo bisogno. Ad esempio, se uno dei due neo sposini fa parte di una band o è musicista, perché non chiedere al gruppo musicale di rendere unica ed esclusiva la marcia nuziale con un live? In questo modo si potrà scegliere la traccia preferita – o lasciare agli amici libertà di scelta – e far si che il parco sia attraversato dalle note dolci e delicate della melodia suonata.
  8. Un matrimonio ricco di ricordi. Se la location scelta è sofisticata ed attraversata da fontane ed altri scorci incredibili, si può personalizzare ogni ambiente con dei richiami ai coniugi, nei quali gli invitati possono scrivere una dedica alla coppia. In questo modo, si fonderà la natura e lo spazio nel quale ci si trova ad addobbi personali e personalizzati, che farà vivere agli ospiti l’essenza più pura dell’amore.
  9. Ricevimento a lume di candela. Se la celebrazione è nel tardo pomeriggio ed il ricevimento è la sera, si può decidere di allestire il parco nel quale saranno posizionati i tavoli con candele e fiaccole che facciano da cornice ad una cerimonia intima e piacevole. In questo modo, invece di optare per i fiori e per l’illuminazione al neon, spesso invasiva, si lascerà alle deboli fiamme il potere di dipingere un matrimonio con i fiocchi.
  10. Largo alla fantasia. In ultimo è necessario conoscere l’elemento saliente di ogni matrimonio: la fantasia. Per riuscire nel migliore dei modi a rendere unico questo giorno, è importante armarsi di un foglio di carta bianca e di penna, fare un bel respiro e lasciar correre la fantasia. E, perché no, decidere col proprio partner quali siano le idee migliori e quelle da scartare.