Riconoscere una relazione sbagliata nel momento del suo inizio è quasi impossibile: gli occhi dell’amore nascondono tutti i difetti, che però non spariscono nel nulla, ma rimangono in attesa di essere svelati nella quotidianità. Se non ci presenta alla sua famiglia è perché per lui non è il momento, pazienza, lo farà a tempo debito. Se è disordinato in casa non importa, saremo noi ordinate anche per lui.

La realtà, però, è che è meglio prendere in considerazione tutti gli aspetti del rapporto di coppia prima che diventi una cosa seria e l’eventuale distacco risulti ancora più doloroso. Ecco 10 modi di riconoscere una relazione sbagliata.

  1. Si sente il bisogno di cambiare chi si è per rendere felice il partner. Tutti noi cambiamo un po’ quando siamo con un nuovo partner e ci avviciniamo ai suoi gusti individuali, ma sentire il bisogno di cambiare profondamente per soddisfarlo, sia nei valori, nelle opinioni o nell’abbigliamento, potrebbe essere il segnale che il rapporto non fa per voi.
  2. Si deve difendere il proprio amore con parenti e amici. Non è necessario cercare l’approvazione di tutti riguardo la propria relazione, ma se i vostri parenti, gli amici e le persone care vi dicono che state con la persona sbagliata, ci sono buone probabilità che sia così. Non isolatevi da loro e prendete in considerazione questa ipotesi.
  3. Le critiche sono costanti e ironiche, ma non troppo. Se il partner critica, anche con ironia, qualcosa di voi come l’educazione, lo stile, la cultura, ma lo fa costantemente, questo mina inevitabilmente la vostra autostima ed è un segnale chiaro che c’è qualcosa che non va nel rapporto.
  4. Ci si chiede sempre dove è e cosa fa il partner quando non è con voi. Se il partner è misterioso, ha sempre il cellulare silenzioso, non vi risponde, sparisce per ore con scuse banali e non verificabili, c’è sotto qualcosa che non va: esponete direttamente i vostri dubbi e se la risposta non vi convince date un taglio netto.
  5. Il partner prende tutte le grandi decisioni nella relazione. Se il partner decide a quali matrimoni andare e a quali no, con quali parenti uscire e con quali no, se l’offerta di lavoro è conveniente per voi o no, non accontentatevi delle briciole di un rapporto paritario che, invece, meritereste di avere.
  6. La vostra vita sessuale è molto carente. Una relazione non deve basarsi tutta sul sesso, ma ne ha bisogno per mantenere intimità e complicità. Provate alcuni trucchetti per vivacizzare le vostre notti, andate da un sessuologo insieme per capire il problema, ma se non riuscite proprio a risolverlo lasciate la presa: non avete certo bisogno di un altro amico.
  7. Volete più tempo per voi mentre per il partner il tempo passato insieme non è abbastanza. Morite dalla voglia di avere un po’ di tempo per voi, ma il partner al contrario vorrebbe ne passaste di più insieme? Non siete sulla stessa lunghezza d’onda, e la frequenza del rapporto è o troppo bassa o troppo alta, che si tratti di sms, chiamate o incontri. Se non riuscite a mediare da subito, meglio tagliare il rapporto.
  8. Ci si sente personalmente responsabili per l’infelicità del partner. Se il partner è rabbioso o disperato e vi sentite sempre in bilico, in colpa per aver fatto o detto qualcosa che lo ha irritato ancora di più, il rapporto è portatore di amarezze, perché qualunque cosa facciate o diciate per porre rimedio alla situazione, per lui, è inevitabilmente sbagliato.
  9. Il partner controlla chi vedete e cosa fate. Accorgersi che il partner controlla il vostro tempo con gli amici o con la famiglia, le vostre finanze, le scelte di abbigliamento o di make up, può essere il segnale più forte di una relazione sbagliata.
  10. Sorprendersi a domandarsi se il rapporto è sbagliato. Tante volte, guardandoci indietro, abbiamo individuato i segnali di un rapporto sbagliato a cui, sul momento, non si era dato peso. Quando qualcosa vi dà fastidio, non scacciate il pensiero, anzi prendetene nota e parlatene con il partner, cercando di risolvere subito il problema. Se gli atteggiamenti che vi fanno star male persistono, forse è il momento di fare un passo indietro.