Stabilire delle regole di casa per i bambini può essere molto utile per semplificare la gestione domestica quotidiana.

Niente di troppo rigido, ovviamente, quanto piuttosto piccole abitudini da insegnare ai bimbi sia per facilitare la vita di mamma e papà, sia per impartire degli insegnamenti preziosi riguardanti l’igiene, la sicurezza o l’educazione.

Quante volte, infatti, ci si trova alle prese con giochi sparsi ovunque da riordinare o con piccoli, grandi pasticci dovuti a improvvisi “attacchi d’arte” fuori controllo? Per non parlare di tutte quelle situazioni che possono essere per i bambini pericolose, come il maneggiare prese elettriche o avere accesso agli arnesi della cucina.

Niente paura, con un po’ di pazienza e buona volontà le cose possono cambiare. Ecco allora 10 regole di casa da insegnare ai bambini.

  1. Riordinare i giocattoli. Tra le prime cose da insegnare ai bambini, sin da piccoli, c’è quella di riordinare i loro giocattoli quando finiscono un gioco. Già a partire dai 18 mesi, un bimbo è capace, se opportunamente guidato, di riporre le costruzioni nel loro contenitore o di rimettere i suoi pupazzi in un cesto. Abituandoli sin da piccoli sarà più facile che, anche crescendo, continuino a riordinare. L’importante è evitare di “fare per loro”.
  2. Aiutare nelle faccende. Un altro insegnamento utile è abituare i bambini ad aiutare nelle piccole faccende quotidiane. Apparecchiare, rifare il letto o stendere i panni sono tutte attività che possono favorire lo sviluppo dei piccoli ma anche insegnare loro che ognuno in casa è chiamato a collaborare. Regola che ovviamente vale tanto per le femmine quanto per i maschi.
  3. Lavarsi sempre le mani. Tra le più importanti regole legate all’igiene, invece, c’è quella di abituarli a lavarsi sempre le mani una volta rientrati a casa. In questo modo, infatti, si limita il rischio di malattie e si eliminano germi e batteri.
  4. In casa, niente scarpe. Sempre in tema di igiene domestica, è utile anche insegnare ai bambini a togliersi le scarpe subito dopo essere entrati in casa. In questo modo, infatti, il pavimento resta pulito, un aspetto particolarmente importante quando in casa ci sono bimbi che gattonano o che comunque giocano sul pavimento.
  5. Colori e fai-da-te, solo in cameretta. Sarà capitato a un sacco di mamme di ritrovarsi alle prese con i pasticci dei bambini come un disegno sulla parete del salotto o tracce di tempera sul divano. Un’altra regola utile, allora, è quella di insegnare ai bambini a dedicarsi alle attività creative solo in camerata, magari allestendo un angolino speciale apposito per il disegno e il fai-da te.
  6. Prese della corrente e spine non si toccano. Anche quello della sicurezza in casa è un tema molto importante se in casa ci sono bambini. Tra le prime regole, allora, quella di non avvicinarsi a prese elettriche. Se i bimbi sono molto piccoli, la cosa migliore è utilizzare i copri-presa che si trovano in commercio, mentre col tempo è utile insegnare loro a non toccare le spine senza il permesso di mamma e papà.
  7. In cucina sì, ma solo con mamma e papà. In cucina i bimbi fanno merenda, mangiano e magari si divertono cucinando in compagnia della mamma. Tuttavia, meglio insegnare loro a non utilizzare strumenti pericolosi come coltelli affilati o forbici che andranno radunati in un apposito cassetto.
  8. Le cose degli altri non si prendono. Un’altra regola importante è l’aver rispetto per le cose degli altri, che siano gli oggetti personali di mamma e papà piuttosto che i giochi di un fratellino o di una sorellina. Mai prendere senza chiedere il permesso e soprattutto mai rovinare o avere poca cura delle cose degli altri. Il rispetto, infatti, si impara sin da piccoli e con semplici gesti quotidiani.
  9. I vestiti al loro posto. Per gestire invece al meglio la questione armadio e, più in generale, l’ordine della cameretta, è meglio insegnare ai bambini a non spargere gli indumenti in giro e a non lasciarli sul pavimento. Basterà predisporre un angolo della camera con degli appendini facilmente raggiungibili, dove i bambini potranno abituarsi a riporre i loro abitini.
  10. La tv solo in alcuni orari. Infine, capitolo televisione, uno dei più delicati insieme all’uso del cellulare per i più grandicelli. Vietare la televisione non è necessario, basterà stabilire delle semplici regole. Per esempio, degli orari precisi in cui si può guardare ed altri in cui invece deve rimanere tassativamente spenta.