Tra le abitudini malsane che allontanano dai noi tutti i benefici della giovinezza, ci sono anche gli alimenti che fanno invecchiare più velocemente e che trovano – ahimè – posto spesso sulle nostre tavole.

Del resto, dovremmo avere ormai imparato che “siamo ciò che mangiamo” e che l’alimentazione non influenza solo il peso, che è comunque un fattore rilevante, ma anche la bellezza della pelle e la salute in generale.

E se da un lato ci sono tutti i cibi da mettere nel piatto se si desidera avere un’alimentazione sana e equilibrata, dall’altro ci sono cibi che non solo non fanno bene, ma che accelerano i processi di invecchiamento.

Dopo esserci preoccupati di andare in palestra per contrastare i primi “acciacchi” o aver acquistato la crema anti-rughe, dunque, pensiamo anche a cosa portare in tavola. La dieta migliore prevede il pieno di vitamine, sali minerali, grassi “buoni” grazie a frutta e verdura fresca, frutta secca e semi oleosi, tanto pesce. Ma cosa è meglio evitare? Ecco 15 alimenti che fanno invecchiare più velocemente.

  1. Dolci da forno e di pasticcera. Questi dolci molto elaborati sono spesso ricchi di zuccheri e grassi aggiunti, che possono portare a un aumento di peso e una cattiva salute dentale. Lo zucchero, inoltre, promuove un ambiente favorevole alle infiammazioni. Tutte queste caratteristiche possono accelerare il processo di invecchiamento.
  2. Margarina. La margarina è ricca di grassi trans, che annullano l’idratazione invecchiando la pelle. Meglio utilizzare olio extravergine d’oliva e in rari casi il burro.
  3. Pancetta e salsicce. I conservanti utilizzati nelle carni lavorate possono creare radicali liberi, che portano all’ossidazione delle cellule e del DNA.
  4. Bevande energetiche. Gli energy drink sono abbastanza dannosi, perché contengono molti zuccheri e la loro acidità può anche macchiare i denti. Contengono inoltre caffeina e sodio che possono portare alla disidratazione se non si bene abbastanza acqua.
  5. Patatine in busta. Anche le patatine in busta sono piene di acidi grassi trans, che peggiorano l’idratazione e aumentano la possibilità di infiammazione. Il metodo di cottura, poi, la frittura, contribuisce a compromettere la respirazione cellulare e ridurre le funzioni immunitarie all’interno del corpo.
  6. Cibi alla brace. I cibi alla brace, specialmente la carne e specialmente la carne bruciata, possono aumentare l’infiammazione e ridurre il collagene.
  7. Zucchero raffinato. Lo zucchero provoca infiammazione e danneggia anche il collagene e l’elastina, che hanno la funzione di sostenere la pelle e renderla morbida.
  8. Caramelle. Inutile dire che le caramelle sono ricche di zucchero, quindi provocano infiammazione, rovinano i denti e possono causare un aumento di peso.
  9. Fritto. Il fritto, specialmente fuori casa, perché fatto con oli poco sani, è davvero dannoso, in quanto sottopone il corpo a uno stress ossidativo, e non fa neppure bene al cuore.
  10. Cibi molto salati. Gli alimenti con molto sodio causano disidratazione e sensazione di gonfiore.
  11. Alcolici. Un bicchiere o due ogni tanto non sono un pericolo per pelle e salute, specialmente se di alcolici senza aggiunta di zuccheri come il vino. Tuttavia l’alcol non apporta solo zuccheri, ma provoca anche la riduzione della Vitamina A, un antiossidante essenziale per il rinnovo cellulare.
  12. Cocktail dolci. Meglio evitare invece completamente cocktail zuccherini come Mojito e Piña Colada: ogni bicchiere può contenere fino a 50 grammi di zucchero aggiunto.
  13. Carboidrati con alto indice glicemico. Meglio ridurre i carboidrati con alto indice glicemico come pasta e pane bianco e prediligere – sempre con moderazione – quelli integrali.
  14. Cibi precotti. I cibi precotti e quelli surgelati sono notoriamente ricchi di sodio, che contribuisce alla ritenzione idrica e al senso di gonfiore.
  15. Piatti flambé. L’alcol non finisce in tavola solo come bevanda, ma a volte anche nei cibi. Quello utilizzato per le ricette flambé produce un notevole stress ossidativo.