Ottimizzare la memoria, aumentare la concentrazione e mantenere la mente fresca con l’aiuto della natura è possibile, con i migliori cibi per il cervello da inserire nella dieta.

Grazie a questi superfood, veri e propri rimedi naturali per la mente stanca e un po’ annebbiata, non si può di certo diventare dei geni, ma si può affrontare al meglio un periodo di stress al lavoro oppure una sessione di esami particolarmente dura.

Un’alimentazione sana ed equilibrata, infatti, influenza tutto il corpo, cervello compreso. Il cibo spazzatura, l’alcool, i grassi saturi non fanno male solo al sistema cardiocircolatorio e non fanno solo ingrassare, aggiungendo chili di troppo a pancia, fianchi e cosce, ma rallentano anche le connessioni celebrali.

Gli alimenti che fanno bene al cervello, tra l’altro, sono in grado di aiutarlo non solo nell’immediato, ma anche nel prevenire i danni dell’età, migliorando in generale memoria e lucidità.

Vediamo, allora, quali sono i 15 migliori cibi per il cervello da inserire nella dieta.

  1. Spinaci. Gli spinaci sono ricchi di vitamina K, una sostanza nutritiva che alimenta il cervello e si trova nella maggior parte dei vegetali verdi scuri. Secondo uno studio sperimentale, consumare ogni giorno verdure a foglia larga ricche di vitamina K contribuirebbe a rallentare il calo della memoria cognitiva negli adulti.
  2. Fagioli neri. Oltre a essere grandi fonti di proteine, i fagioli neri contengono una buona dose di magnesio e folati. Il magnesio aiuterebbe a prevenire e invertire alcuni degli effetti dannosi dell’Alzheimer, inoltre i fagioli migliorano l’afflusso del sangue al cervello.
  3. Tuorlo d’uovo. Il tuorlo d’uovo è ricco di vitamina D, che è in grado di migliorare le capacità cognitive.
  4. Salmone selvaggio. Il salmone non di allevamento è ricco di acidi grassi Omega-3, che possono aiutare a migliorare la memoria.
  5. Broccoli. Il broccolo è ricco di vitamina K, che è dimostrato migliori la memoria episodica verbale, la capacità di assorbire e ricordare parole e discorsi.
  6. Pomodorini. Il licopene è il più potente dei carotenoidi, nutrienti contenuti in frutta e verdura arancione e rossa, e pare che migliori la cognizione e la memoria per lunghi periodi di tempo. I pomodorini ne sono ricchi.
  7. Barbabietole. Le barbabietole contengono betaina, che supporta la produzione di serotonina (uno stabilizzatore dell’umore) nel cervello. Anche l’acido folico contenuto è utile per stabilizzare la salute emotiva e mentale.
  8. Avocado. L’avocado aiuta a prevenire la formazione di placche nelle arterie coronarie e dunque migliora lo scorrimento del sangue verso il cervello.
  9. Mirtilli. I flavonoidi nei mirtilli migliorano la memoria spaziale, inoltre gli antiossidanti aiutano a diminuire l’infiammazione, che può causare problemi a lungo termine per il cervello e la memoria.
  10. Noci. Concentrati di salute, grazie alla presenza di Omega-3, le noci possono effettivamente aumentare la memoria e la funzione cognitiva negli adulti che vanno dai 20 ai 59 anni e che le consumano quotidianamente.
  11. Mandorle. Le mandorle contengono concentrazioni elevate di vitamina E, che contribuisce a ridurre il rischio di compromissione cognitiva e pare rallenti i danni dell’avanzare dell’Alzheimer.
  12. Curcuma. Pare che questa spezia, che si trova anche nel curry, aumenti il potere del cervello grazie ai suoi effetti antinfiammatori.
  13. Olio di cocco. Nonostante l’alta concentrazione di grassi saturi lo renda più adatto all’utilizzo in campo beauty che alla cucina, l’olio di cocco ha un’alta concentrazione di trigliceridi a catena media, che vengono usati come combustibile per le cellule cerebrali.
  14. Camomilla. La camomilla non solo migliora il sonno, ma anche il funzionamento cognitivo durante le ore di veglia.
  15. Tè verde. Bere due tazze di tè verde tutti i giorni aumenta il funzionamento cognitivo ed è utile nel trattamento dei disturbi psichiatrici.