Il 20 ottobre sarà il World Osteoporosis Day 2010, la giornata mondiale dedicata alla prevenzione dell’osteoporosi. Negli ultimi anni la malattia ha subito una crescita esponenziale, in Italia in particolare si è passati da 8 a 24 milioni di malati in soli 3 anni e mezzo.

L’iniziativa ha il compito di sensibilizzare i malati di osteoporosi, in percentuale maggiore donne, invitandoli a informarsi adeguatamente nei confronti di questa patologia degenerativa che colpisce il sistema osseo dopo i 50 anni.

Le cause scatenanti sono molteplici, tra le più importanti la perdita del calcio e della vitamina D, conseguenza anche del fattore menopausa che incide negativamente sullo struttura scheletrica.

L’osteoporosi, infatti, espone il corpo a una degenerazione molto più rapida, con una mancanza di equilibrio più evidente, e alla predisposione alle fratture ossee.

Fondamentale informarsi, prevenire attraverso visite mediche e un’accurata alimentazione ricca di calcio e vitamina D. Quest’ultima necessaria per le ossa, la cui produzione è stimolata dall’esposizione al sole.

In occasione del 20 ottobre, l’Osservatorio Nazionale sulla salute della Donna (O.N.Da) coinvolgerà oltre 70 ospedali italiani premiati con il Bollino Rosa per organizzare una serie di (H)Open Day dedicati alle donne, con esami gratuiti, incontri con specialisti, distribuzione di materiale informativo.