E “24” si ferma alla nona stagione. Una decisione sofferta, che darà molto dolore agli appassionati della serie, abituati ormai quasi a vivere in simbiosi con il loro agente preferito Jack Bauer. Le storie poliziesche di “24” da anni accompagnano lo spettatore, con un linguaggio filmico assolutamente innovativo, che si basa su strutture narrative spalmate su un arco di tempo di sole ventiquattro ore.

Il prossimo 24 maggio sarà mandata in onda l’ultima puntata dalla Fox: per gli spettatori che hanno paura di entrare in crisi di astinenza sarà girato un film basato sulla serie, ma intanto sia il protagonista Kiefer Sutherland che il produttore Howard Gordon hanno deciso di non continuare più.

Il figlio d’arte ha raccontato:

Gli sceneggiatori stanno scrivendo l’equivalente di dodici film l’anno e Gordon pensa che una nona stagione a un ritmo così intenso potrebbe danneggiarci, ma sia lui che io abbiamo avuto la sensazione che ci sia un forte interesse in un film ispirato alla serie TV e abbiamo ritenuto di muoverci in quella direzione.

La sceneggiatura del lungometraggio, sempre prodotto dalla Fox, sta venendo già approntata proprio in questo periodo. Ma è un segreto sapere come sarà strutturata e se la nuova regia prenderà le stesse decisioni prese dai registi della serie, così peculiari e riconoscibili.