Nella ventottesima settimana di gravidanza, il bambino raggiunge un terzo del peso previsto alla nascita.

Questa fase della  gravidanza rappresenta l’inizio del terzo trimestre e il compito principale del bambino sarà quello di prendere peso. Lo spazio comincia a farsi ristretto, ma  può ancora muoversi e spostarsi. Il feto  ha 26 settimane, ha una lunghezza del vertice-sacro di circa 25 centimetri e pesa all’incirca 1,1 chilogrammo.

Il bambino in questa settimana si irrobustisce e ingrassa e il tono muscolare migliora.  Raggiunge un terzo del peso previsto dalla nascita, e accumula grasso sottocutaneo. I muscoli iniziano a essere ben sviluppati.

Anche se  i suoi polmoni riescono a inspirare aria, il loro sviluppo non è completo e difficilmente potrebbe respirare in modo autonomo se nascesse ora.  Le terminazioni nervose nell’orecchio sono complete e l’udito è migliore. A questo stadio, riconosce e gli piacerà sentire la voce della mamma, quindi si consiglia di parlare al feto.

Se il  bimbo è un maschio, comincia la discesa dei testicoli nello  scroto, se è una femmina le labbra saranno ancora piccole e non copriranno il clitoride. Lo sviluppo delle labbra, infatti, si completa nelle ultime settimane di gravidanza Durante questa settimana si avvertiranno dei piccoli calci, quasi ogni giorno. A volte avrà il singhiozzo, che la futura mamma avvertirà come dei piccoli sobbalzi.

La futura mamma durante la ventottesima settimana sarà sempre più grossa e soffrirai di qualche disturbo come: crampi, stitichezza, affanno e mal di  schiena.

L’utero è cresciuto di circa 4 centimetri nell’ultimo mese e comincerà a premere sotto la cassa toracica, spingendo in fuori le basse costole, causando qualche leggero fastidio.

photo credit: Jack Fussell via photopin cc