Le acconciature da spiaggia sono indispensabili in caso di capelli lunghi: quante volte ci si è trovate a combattere con il vento, la sabbia, le creme solari e a cercare disperatamente un elastico per improntare alla bell’e meglio una coda di cavallo per impedire di avere fastidiose ciocche sul viso ogni istante?

Optare quindi, prima di uscire di casa, per una delle acconciature da spiaggia semplici da fare si può tradurre come una vera benedizione quando il primo refolo d’aria inizierà a sollevare granelli e pulviscoli e si dovrà spalmare con attenzione la protezione sulle spalle.

Armate di un po’ di pazienza e degli attrezzi giusti, vediamo insieme 3 acconciature da spiaggia semplici da fare.

  1. Alta, bassa, liscissima o tutta ricci, la coda di cavallo è la soluzione più facile e gettonata in caso di capelli lunghi. L’elastico non va mai stretto, per evitare di spezzare il capello, che sotto il sole tende a indebolirsi. La coda di cavallo alta dona eleganza e finezza non solo al viso ma all’intera silhouette. Quella bassa conferisce un aspetto raffinato, ma nello stesso tempo casual. Due i modi principali per pettinarla: la coda di cavallo tirata con riga laterale o in mezzo e la coda di cavallo morbida e romantica, da cui lasciare uscire qualche ciocca per un effetto un po’ spettinato. Nel primo caso è meglio stirare i capelli, mentre nel secondo si possono lasciare mossi e liberi. La coda di cavallo di lato è indicata per un look ricercato. Innanzitutto bisogna tracciare una riga laterale e unire i capelli sullo stesso lato. Anche per questa acconciatura ci sono due versioni: tirata e morbida. Nella versione tirata, è necessario legare i capelli in una coda di cavallo ultra-liscia. Nella versione morbida si possono mantenere i capelli al naturale o accentuare i capelli mossi con leggere onde.
  2. Le trecce, elette must di stagione delle celebrities, sono perfette sia sui capelli lunghi che sui tagli medio-corti. Oltre alla classica, al momento vanno per la maggiore la fishtail briad e la french braid. Per quella a spina di pesce basta fare una coda e dividerla in due sezioni. Si prende una ciocca da una delle due e su porta verso il centro, stesso discorso per l’altra parte, via via fino alle punte. Per realizzare la treccia alla francese, invece, si parte dalle radici con una treccia classica. Ogni volta che si passa dal centro, va incorporata qualche ciocca esterna così che l’acconciatura sia sempre più aderente all’attaccatura. La versione più difficile è quella che parte dalla fronte e arriva – centrale – fino alle punte.
  3. Una delle acconciature da spiaggia più attuale? Il top knot, meglio se spettinato: uno chignon altissimo davvero facile da fare. Basta spazzolare bene i capelli a testa in giù e raccoglierli in una coda, che va leggermente cotonata, insistendo di più sulla base, vicino all’elastico. La coda così ottenuta va attorcigliata intorno all’elastico e fissata con forcine e un po’ di lacca. Per un tocco sbarazzino basta sfregare le mani sul capo e liberare qualche ciuffo.