Un tempo si chiamavano “taglie forti”, oggi l’abbigliamento curvy è un’oasi sempre più ampia che permette a tutte le donne che indossano dalla taglia 46 in su di essere sexy e a proprio agio al tempo stesso: ecco i consigli su cosa abbinare per valorizzare un fisico curvy che sia a clessidra, a mela o a pera.

Fisico curvy a clessidra

Una donna con un fisico curvy a clessidra è molto armonioso: ha spalle e fianchi più o meno della stessa ampiezza e la vita segnata, anche se non per forza affusolata, un busto rigoglioso e gambe ben tornite. In questo caso è bene sottolineare le curve che la natura ha regalato e valorizzare il punto vita, per una silhouette dalla sensualità senza tempo.

Da evitare le misure oversize, in quanto il fisico è ben proporzionato, e le linee troppo squadrate, che appiattiscono le curve. Le linee del corpo devono essere seguite dagli abiti senza però essere strizzate dalle aderenze: meglio sottolineare la scollatura, il punto vita e le gambe con short a mezza coscia, gonne non troppo corte, sia dritte che un po’ svasate, pantaloni stretch a tinta unita o con piccole stampe.

Fisico curvy a mela

Il fisico curvy a mela è caratterizzato da ampi volumi nella parte superiore del corpo (seno e spalle abbondanti, vita poco segnata e un po’ di pancia), mentre le gambe sono di solito sottili: è proprio su questa parte del corpo che si può puntare per valorizzare la figura.

Per sviare l’attenzione dalla vita non marcata meglio evitare di mettere i pantaloni e le gonne a vita alta, ma anche di infilare camicie e t-shirt dentro a gonne e pantaloni. Perfetti per valorizzare le gambe sono pantaloni Capri, a sigaretta, ma anche pantaloni skinny purché abbinati a top e bluse che arrivino oltre i fianchi. Tra i capi di tendenza da provare l’abito-camicia, tra i classici quello in stile impero. Se avete un fisico a mela non dimenticate poi di accentrare gli sguardi su viso e spalle grazie a scolli, collane e orecchini.

Fisico curvy a pera

La donna curvy a pera, infine, ha fianchi larghi e gambe robuste mentre nella parte superiore, con spalle e seno, ha volumi contenuti e un punto vita poco marcato. Per riequilibrare la sproporzione è importante attirare l’attenzione verso la parte alta del corpo e bilanciarla con il bacino.

Prima di tutto è fondamentale non aumentare ancora di più i fianchi: bandite gonne a pieghe, con pince e balze, così come tasche ampie, decorazioni e modelli di gonne e pantaloni che si stringono verso il basso. Aumentate, invece, con tanti piccoli stratagemmi il volume della parte superiore del corpo: sottolineate il punto vita, prediligete orecchini e collane vistose, maniche a palloncino, spalline con ricami, paillette, ruches, scolli drappeggiati ma anche t-shirt con stampa a righe orizzontali che, notoriamente, “allarga” la superficie.