Frequentare un corso preparto, specie se siete alla prima gravidanza, è sicuramente utile per arrivare al momento fatidico più tranquille e consapevoli.

Imparare a respirare correttamente durante il travaglio,  riconoscere i sintomi che precedono l’arrivo delle doglie o ancora sapere quando è il momento giusto per andare in ospedale sono tutte informazioni importanti che vi faranno sentire più serene.

Tuttavia ci sono alcune cose, alcuni tabù legati al momento fatidico del parto, che nemmeno nel corso più dettagliato e scrupoloso vi racconteranno. Alcune avranno la possibilità di far luce su queste zone d’ombra attraverso i racconti delle amiche. Per altre invece sarà tutta una sorpresa da scoprire “sul posto”.

Curiose? Ecco allora 3 cose che non vi diranno in nessun corso preparto.

  1. Le spinte bis. Normalmente una futura mamma crede che i dolori del parto (naturale) e la fase di sofferenza termini con l’uscita del piccolo. E invece… Non appena il piccolo sarà finalmente venuto alla luce, vi chiederanno di spingere ancora. Non si tratta di sadismo ma di necessità medica: dovrete infatti spingere ancora finché non sarà stata espulsa anche la placenta.
  2. Allattare, croce e delizia. Durante un corso preparto verrete presumibilmente bombardate di informazioni relative alla necessità di allattare il piccolo al seno: solo così, vi diranno, il piccolo crescerà in salute, la mamma starà bene e tutti vivranno felici e contenti. In realtà è importante sapere che è bene fare, prima di tutto, quello che ci si sente: la serenità della mamma è infatti fondamentale per la serenità del bebè. Senza contare che anche i piccoli alimentati con latte artificiale possono crescere sani e forti. Inoltre, vi sentirete dire che allattare è un’esperienza bellissima ma nessuno vi dirà che nella fase iniziale, quindi per circa due settimane, allattare sarà molto doloroso. A confermarlo saranno i vostri capezzoli perennemente infiammati.
  3. Le tempeste emotive. Altra cosa importante da sapere e spesso, se non sempre, trascurata durante i corsi preparto è la situazione psicologica ed emotiva in cui può trovarsi la neo-mamma nei giorni dopo il parto. In genere si tende a vedere la nascita come un evento poetico, pieno di amore e di gioia ma può capitare che in realtà l’amore per il nuovo nato non scatti immediatamente nella mamma. E non bisogna sentirsi in colpa, né tanto meno vergognarsi. La nascita è infatti un evento che cambia radicalmente la vita di una donna ed ognuna ha dunque bisogno dei suoi tempi per imparare a sentirsi a proprio agio nella nuova veste di mamma.