Che si tratti di uno o tre chili, l’autunno è il momento ideale per iniziare diete dimagranti capaci di rimodellare il fisico.

Dopo aver consultato il medico, è possibile individuare, tra le tante diete proposte, la migliore soluzione per le proprie esigenze: è necessario armarsi di buona volontà per iniziare ad affrontare il nuovo regime alimentare e raggiungere i propri obiettivi.

Ecco 3 diete dimagranti da iniziare in autunno per riuscire ad affrontare l’inverno in piena forma.

Diete dimagranti: la dieta del DNA

Per affrontare questo regime alimentare è importante essere coscienti del fatto che ogni persona ha un suo metabolismo e, pertanto, la dieta, per essere idonea, dovrebbe essere cucita in maniera perfetta sul proprio corpo. Per questo motivo Nutrilite, marchio leader nella vendita di vitamine e integratori alimentari con 80 anni di esperienza alle spalle, ha creato Bodykey.

Bodykey si posiziona nell’universo delle diete dimagranti come un metodo rivoluzionario in grado di controllare il peso attraverso il DNA, che rivela quale sia la combinazione alimentare migliore per il proprio organismo. Il tutto, condendo il regime alimentare con una sana attività fisica.

Per garantire la migliore performance possibile della dieta è fondamentale seguire quotidianamente la tabella alimentare, in grado di riequilibrare i pasti con consigli e prodotti sostitutivi.

Gli step di questa dieta sono:

  1. Iniziare con lo Starter kit bodykey by Nutrilite che contiene tutto il necessario per mettersi all’opera
  2. Effettuare il Test Genetico dopo avere analizzato le risposte individuali all’assunzione di grassi, carboidrati e all’attività fisica con gli appositi tamponi contenuti dello Starter kit e spedirlo al laboratorio di analisi;
  3. Controllare, attraverso un codice unico che garantisce la massima riservatezza, il proprio regime e informare periodicamente gli esperti disponibili online.

Per raggiungere l’obiettivo più facilmente è possibile inserire nel programma i Pasti Istantanei bodykey e assumere gli integratori Nutrilite per un’alimentazione ancora più bilanciata.

Diete dimagranti: la dieta delle tre ore

Tutti i nutrizionisti suggeriscono, a prescindere dal regime alimentare scelto, di evitare abbuffate e digiuni, che vanno a modificare il metabolismo – e non sempre in maniera positiva. Piuttosto, meglio sostituire i momenti di digiuno con piccoli spuntini o pasti leggeri.

Jorge Cruise, personal trainer delle dive e ideatore della Dieta delle tre ore, ha affermato che nell’arco di 24 ore è necessario assimilare le 1500 calorie consentite per ogni giorno, e cosa fondamentale è che queste vengano suddivise in sei piccoli pasti – andando a sovvertire il classico “trittico” colazione/pranzo/cena. Infatti, secondo Cruise, è necessario mangiare ogni tre ore in quanto le calorie saranno consumate in maniera più rapida possibile, mantenendo stabile la percentuale di zuccheri – nonché di massa magra.

Questa dieta si basa su un regime alimentare di 1450 calorie quotidiane: tre pasti da 400 calorie ciascuno e due spuntini da 100 calorie. Si aggiunge il mini-spuntino della buonanotte da 50 calorie. Ecco un menu d’esempio:

  • Ore 7. Toast prosciutto cotto e fontina.
  • Ore 10. 120 g di yogurt magro bianco.
  • Ore 13. Insalata di pasta fredda (60 g), con 40 g di mozzarella, 5 olive, pomodorini, fagiolini, qualche foglia di basilico, un cucchiaino di olio extravergine.
  • Ore 16. Una mela.
  • Ore 19. 200 g di pesce spada alla griglia; 200 g di patate arrosto o al forno.
  • Ore 22. Un biscotto al cioccolato.

Diete dimagranti: la dieta a Zona Mediterranea

Già tantissimi sportivi e stelle del mondo del cinema, come Brad Pitt e Jennifer Aniston, hanno sperimentato questo processo dimagrante, ideato da Barry Sears e presentato attraverso il suo libro pubblicato nel 2015.

Questo regime alimentare non rientra solamente nella lista delle diete dimagranti; infatti, è una vera e propria strategia alimentare che permette, attraverso il giusto dosaggio degli alimenti e delle proprietà nutritive che essi contengono, di perdere peso in maniera sana.

Elemento essenziale di questa dieta è dividere il piatto in tre parti uguali, equivalenti alla misura del palmo di una mano: verdure, frutta e proteine magre come pesce, pollo o tofu. Questo regime alimentare permette di utilizzare i grassi come fonte di energia sufficiente a spegnere l’infiammazione cellulare.