Lavare il viso è il primo step della routine di bellezza mattutina e l’ultimo, la sera, prima dell’applicazione dei vari sieri e creme notte. È fondamentale per avere una carnagione perfetta e senza inestetismi. Perché il viso sia luminoso e davvero pulito, è opportuno che la pulizia venga effettuata con scrupolosa attenzione e, soprattutto, sempre prima di dormire.

Per lavare il viso, bisogna ricordare che ciascun tipo di pelle ha bisogno del detergente specifico. Per la pelle mista è indicato un detergente dalla texture in gel e non oleosa; per la pelle secca sono migliori le formulazioni ricche come il latte o le creme, mentre la pelle matura ha bisogno di ingredienti che sappiano anche riparare e migliorare i segni lasciati del tempo.

Al di là di questo, ci sono delle regole d’oro per lavare il viso. Ecco quali sono.

  1. L’acqua fredda è fondamentale per riattivare la microcircolazione, quella che porta il nutrimento a ogni singola cellula. Dà alla pelle una bella sferzata di energia e la ricompatta. Questo non vale, però, per la pelle sensibile con couperose, che deve evitare il contatto con il freddo che mette a dura prova i vasi sanguigni, perché si accentuerebbero rossori o piccole venuzze. In questo caso, l’ideale è l’acqua tiepida.
  2. Una volta inumidito il viso, si versa una quantità sufficiente di prodotto sulle dita. I detergenti vanno applicati con le dita, con dischetti di cotone oppure con le apposite spugnette in cellulosa (richiedono, però, un’igiene capillare e vanno lavate molto frequentemente, meglio se in una soluzione antibatterica di acqua e qualche goccia di tea tree oil, sufficienti a eliminare batteri e residui di prodotto). Alcuni cosmetici per la detergenza non richiedono risciacquo ma, spesso, si sente l’esigenza di tonificare maggiormente la pelle. Per asciugare il viso, meglio un asciugamano in cotone con cui tamponare delicatamente la pelle senza strofinare.
  3. Per una sferzata di vitalità, si utilizza il tonico, che mantiene inalterato il grado di umidità della nostra pelle, essenziale affinché si mantenga sempre morbida e idratata. Picchiettata oppure nebulizzata, la soluzione tonica rinfresca senza inaridire. Liberando i pori in profondità contribuisce a purificare la pelle e chiudere quegli antiestetici pori dilatati che spesso compaiono sul viso. L’acqua, soprattutto nelle grandi città, spesso è calcarea e porta secchezza e vere e proprie irritazioni. Una buona alternativa per lavare il viso, è la classica acqua oligominerale o termale.