Il cavolo verza è uno degli ortaggi più utilizzati nella cucina vegetariana durante la stagione fredda. Dalle foglie esterne grandi, ondulate e dure e di un colore che varia dal verde scuro al viola, racchiude un cuore morbido e dal gusto delicato. Verdura ricca di ferro, calcio, fibre e vitamine è molto versatile e si presta alle più svariate preparazioni: stufato, aggiunto nelle minestre, per preparare ottimi sughi e utilizzato insieme ad altri ingredienti, spesso con le patate, per ottenere dei gustosi contorni.

Di seguito tre idee di ricette per cucinare il cavolo verza in modo sia classico che originale, per stupire in entrambi i casi i commensali.

Zuppa di cavolo verza

shutterstock_223728463Fate rinvenire 200 g di fagioli borlotti per 12 ore in abbondante acqua. Pulite 2 patate e tagliatele a dadini. Tritate 1 costa di sedano, 1 carota e 1 piccola cipolla. In una pentola soffriggete in poco olio extravergine di oliva il trito aromatico, quando sarà appassito aggiungete le patate e i fagioli scolati e ben lavati. Fate insaporire il tutto a fuoco vivace e aggiungete 8 foglie di verza tagliate a listarelle. Coprite con brodo vegetale, aggiustate di sale e cuocete per 40-50 minuti. Prelevate una parte di verdura e frullatela. Rimettetela nella pentola insieme ad alcuni pistilli di zafferano e cuocete ancora per dieci minuti. Aggiungete il prezzemolo tritato e una macinata di pepe e servite.

Pizzoccheri

shutterstock_95288152Lavate e sbucciate 500 g di patate a pasta gialla, tagliate un piccolo cavolo verza a listarelle e fate cuocere le verdure in una pentola con abbondante acqua salata per circa 15 minuti. Aggiungete 250 g di pizzoccheri e continuate la cottura per altri 10 minuti. In una pentola fate sciogliere 100 g di burro con 2 spicchi d’aglio e alcune foglioline di salvia. Tagliate 400 g di formaggio Casera a pezzetti piccoli. Con una schiumarola togliete dall’acqua i pizzoccheri con la verdura e rovesciateli in una pirofila che possa andare in forno. Unite il formaggio Casera e mescolate. Finite con 100 g di formaggio grana grattugiato cospargendolo su tutta la superficie e infine fate colare sopra il burro aromatico. Infornate a 180°C per 15 minuti e servite caldo.

Involtini di verza

shutterstock_188155718Lavate velocemente 200 g di funghi coltivati, affettateli finemente e cuoceteli per 10 minuti in una pentola larga con un filo di olio extravergine di oliva e 1 spicchio d’aglio e teneteli da parte. Lavate, sbucciate e tagliate a cubetti 300 g di patate e lessatele in abbondante acqua salata, scolatele e fate intiepidire. Sbollentate 8 foglie di verza abbastanza grandi  e non troppo dure. In una ciotola unite le patate schiacciate con una forchetta, i funghi leggermente tritati, ½ bicchiere di latte, 2 cucchiai di pangrattato, 25 g di parmigiano grattugiato, sale, pepe e noce moscata grattugiata e amalgamante bene gli ingredienti. Stendete le foglie di verza sbollentate su un tagliere e adagiate nel centro la farcia ai funghi. Richiudete bene e finite con dello spago da cucina in modo da formare 8 fagotti. Adagiateli in una pirofila che possa andare in forno leggermente oleata, distribuite sulla superficie 70 g di burro fuso e altri 25 g di parmigiano grattugiato e informateli a 200°C per 15 minuti. Servite subito.