Cosa accade al corpo quando smetti di bere alcolici? Come accade anche smettendo di fumare, la salute e l’aspetto migliorano visibilmente.

In Italia, secondo i dati dell’Istat, sono 8milioni 265mila le persone (di cui quasi 6 milioni sono maschi) che nel 2014 hanno superato i limiti del consumo abituale oltre i quali si rischia di incorrere in problemi di salute, secondo i nuovi “Livelli di assunzione di riferimento di nutrienti” (LARN) del Ministero della Salute: si tratta sia di chi fa un consumo abituale in eccesso, sia di episodi di ubriacatura concentrati in singoli eventi.

Il consumo abituale eccessivo riguarda il 15,5 per cento degli uomini e il 6,2 per cento delle donne, le ubriacature occasionali il 10 per cento degli uomini e il 2,5 per cento delle donne. Numeri che prefigurano una vera e propria piaga sociale.

Eppure i benefici nel non alzare il gomito sono molti e variegati: vediamo quali sono.

  1. Perdita di peso. Esiste uno stretto collegamento tra l’alcol e l’accumulo di chili, perché alcolici, vino e birra contengono molte calorie: ogni grammo di alcool contiene 7 calorie, quasi il doppio rispetto a carboidrati o proteine, e anche se non è utilizzato come fonte di combustibile, è la causa di una maggiore assunzione calorica.
  2. Miglioramento della qualità del sonno. Basta un bicchiere prima di mettersi a letto per passare male la notte: lo dice uno studio condotto dal London Sleep Center con la collaborazione dell’Università di Toronto, secondo cui anche una quantità modesta di alcool avrebbe un effetto negativo sul sonno e sulla produzione di sogni.
  3. Miglioramento dell’aspetto. L’alcol dilata i vasi sanguigni e provoca la redistribuzione dei liquidi: colpisce tutto il corpo, ma si tende a vedere specialmente il gonfiore sulle palpebre e nelle zone attorno agli occhi. Provoca le rughe. I bevitori cronici appaiono più vecchi dei loro coetanei perché sono disidratati cronici e quando si è disidratati, il collagene non si rigenera del tutto e i segni sulla pelle tendono a diventare più profondi velocemente. Inoltre, il colorito della pelle risulta più spento.
  4. Miglioramento dell’umore. In alcune persone, la reazione iniziale all’assumere alcolici può essere di stimolazione ma, se si continua a bere l’effetto è sedativo. L’alcol abbassa i freni inibitori e ha ricadute negative sul pensiero razionale, sulle emozioni e sulla capacità di giudizio. Se si beve troppo, la capacità di parlare e la coordinazione muscolare ne risentono, come anche i centri nervosi vitali. Se poi si esagera in modo significativo si può arrivare al coma etilico, una situazione potenzialmente fatale.
  5. Prevenzione delle malattie cardiovascolari. Secondo i cardiologi molti incidenti del sabato sera sarebbero causati dagli effetti cardiaci del troppo alcol, perché le aritmie possono provocare svenimenti pericolosissimi se ci si trova alla guida. La probabilità di danni seri cresce esponenzialmente se, come spesso accade, all’alcol si aggiungono sostanze stupefacenti come cocaina, ecstasy o le nuove “pillole” di droghe sintetiche che vanno per la maggiore fra i giovani: in questi casi il pericolo di effetti cardiaci anche letali aumenta di tre volte.