In arrivo nelle sale italiane Irrational Man, l’ultima pellicola di Woody Allen, che torna ad analizzare i temi della casualità e del fato già presenti in Magic in the Moonlight e Match Point.

Galleria di immagini: Irrational man, foto

Il depresso e malandato professore di filosofia Abe Lucas (Joaquin Phoenix) arriva nel college di una piccola città preceduto dalla sua fama. La collega Rita Richards (Parker Posey) e l’alunna Jill Pollard (Emma Stone) – impegnata sentimentalmente con un innamoratissimo Roy (Jamie Blackley) – sono da subito attratte da lui, che però si mostra incapace di dare un senso alla sua vita e alle relazioni.

Tutto cambia quando Abe e Jill ascoltano una conversazione che porterà il professore a prendere in mano la sua vita e a percorrere una strada nuova e inaspettata. Ecco cinque curiosità riguardanti il film Irrational man.

  1. Joaquin Phoenix, che  è stato da pochissimo incoronato “il vegetariano più affascinante” nella classifica stilata dall’azienda inglese Forza Supplements, per questa pellicola è ingrassato di ben 15 chili, dichiarando che era necessario farlo per dare più verità al personaggio.
  2. Il titolo del film sarebbe dovuto essere Crazy Abe, ma ad Allen è stato suggerito di non utilizzarlo perché fuorviante. Avrebbe dato un’impronta da commedia ad un film che invece si presenta meno etichettabile dal punto di vista del genere.
  3. Emma Stone, considerata icona di stile dalla rivista Vogue, e alla seconda prova filmica col regista, ha raccontato di aver provato a spiegare il funzionamento di Twitter a Woody Allen indicandogli il tweet di Joyce Carol Oates “Tragedia + tempo = commedia” che è risultata essere una frase dello stesso regista tratta da Crimini e misfatti. Allen ha affermato che era una grande frase e adesso capiva il senso di Twitter.
  4. Durante il film appare il libro di Dostoevskij Delitto e castigo, utilizzato per la quarta volta da Allen come fonte di ispirazione dichiarata, dopo Crimini e misfatti (1989), Match Point (2005) e Sogni e delitti (2007).
  5. Le riprese del film si sono concentrate nello stato di Rhode Island  – tra Newport, Portsmouth, Richmond, Cranston, Jamestown, Pawtucket, West Greenwich e Providence – scelto, a detta del regista, per il cielo costantemente grigio, come quello di Londra, utile per evitare chiaroscuri troppo forti.