Arredare il bagno di casa non è sempre così semplice come si può pensare. Un elemento chiave per avere successo e ottenere un risultato finale davvero appagante è quello di usare molta fantasia, scegliendo con cura e attenzione ogni elemento che andrà a costituire la stanza. Tra le varie decisioni da prendere quella più difficile è probabilmente la scelta del materiale da utilizzare per il pavimento. Ogni superficie, infatti, ha pregi e difetti che vanno tenuti in considerazione prima di decidere quale sia la migliore per la nostra casa. Vediamone insieme alcune alternative.

  1. Le piastrelle in ceramica e porcellana sono la soluzione più classica, adottata dalla maggior parte degli arredatori. Eleganti da vedere, questi elementi donano uno stile classico al bagno e risultano notevolmente funzionali: sono comode da pulire, facilmente posizionabili sulla superficie e in commercio potrete trovarle di diversi colori che potete abbinare al resto del bagno.
  2. Il finto parquet rappresenta una soluzione innovativa per questa stanza ed è in grado di dare un vero effetto legno in grado di attutire i rumori. Robusto e duraturo, il pavimento in finto parquet è facile da pulire e disponibile in diverse sfumature, dal color legno ai toni più naturali.
  3. Il pavimento in resina rappresenta la soluzione ideale se siete alla ricerca di un materiale alternativo e dal grande effetto visivo. Composto da un sottilissimo strato di materiale applicato direttamente sulla superficie preesistente, il pavimento in resina non solo è semplicissimo da gestire e tenere pulito ma è in grado di donare un naturale tocco di colore e luminosità al bagno.
  4. Il granito, materiale molto in voga e apprezzato, è composto essenzialmente da quarzo. Ha una resa estetica inferiore alle altre proposte ma ha caratteristiche tecniche superiori a quelle dei marmi e dei calcari: è resistente all’usura, alla compressione e all’abrasione.
  5. Il legno puro è un pavimento completamente rivestito dal parquet, resistente all’acqua e di grande impatto visivo, che deve però essere curato ogni giorno. Scegliendo il legno dovrete tener conto della facilità con la quale il pavimento potrebbe rovinarsi a causa dell’umidità presente nella stanza quindi piccole attenzioni come la quotidiana apertura delle finestre e un’adeguata manutenzione del materiale vi permetteranno di poterlo conservare più a lungo nel tempo.

photo credit: MAZZALIARMADI.IT via photopin cc