La cucina è uno degli ambienti domestici più utilizzati durante il giorno che richiede la giusta manutenzione. Proprio per questo motivo la scelta del pavimento adatto alla vostra casa deve essere presa con cura e attenzione, valutando tutte le particolarità di ogni singolo materiale e le sue potenzialità a lungo termine. In particolare, quando si parla di cucina, le caratteristiche che non devono mai mancare sono la facilità di pulitura, la resistenza alle macchie e ai possibili urti e la capacità di sopportare i detersivi utilizzati per igienizzare l’ambiente. Vediamo insieme i 5 materiali migliori che potreste scegliere per rivestire la superficie della vostra cucina.

    1. Uno dei materiali più in voga al momento è il gres porcellanato. Stiamo parlando di un materiale particolarmente resistente all’abrasione che permette non solo di essere installato facilmente sul pavimento della cucina, ma che è in grado di ricreare un effetto legno molto naturale con venature e sfumature cromatiche adattabili ad ogni tipo di arredamento.
    2. Un’altra validissima alternativa è rappresentata dal pavimento in cotto naturale. Con il suo design moderno questo materiale può adattarsi benissimo sia agli ambienti più classici che a quelli più moderni. Ne esistono davvero di tantissime forme e colori, perfette per dare quel tocco in più alla cucina. Il nostro consiglio, però, è quello di trattare le piastrelle in cotto con delle soluzioni in grado di renderle impermeabili: in questo modo non solo ne esalterete la bellezza e il colore, ma riuscirete anche a pulirle in poco tempo riducendo notevolmente la quantità di detersivi utilizzati.
    3. Ceramica. Un materiale tanto classico quanto ricco di qualità incredibili. Da un lato la ceramica offre una rigidità fuori dal comune, qualità che, a volte, può ritorcerlesi contro nel momento in cui una piastrella si rompe. E’ molto facile che accada, ma è anche vero che la sostituzione di una piastrella non comporta una spesa troppo elevata e una quantità di tempo impensabile per rimettere a nuovo il pavimento della cucina. Se siete alla ricerca del colore perfetto per la vostra casa la ceramica è quello che fa per voi perché è un materiale molto lavorato che potrete facilmente trovare in commercio già confezionato e arricchito con numerose sfumature e tinte per tutti i gusti.
    4. La cucina è un ambiente perfetto per installare un pavimento di marmo. L’effetto finale dipenderà senz’altro dal tipo di finitura che vorrete dargli quindi decidete bene se scegliere l’opzione lucido, spazzolato o sabbiato. Facilissimo da pulire, il pavimento in marmo rende ogni ambiente della casa più sofisticato senza richiedere una manutenzione troppo minuziosa. Dovrete semplicemente lavarlo come un comune pavimento e lucidarlo di tanto in tanto.
    5. Negli ultimi anni sono sempre di più le cucine con un pavimento realizzato in granito. Il nero è il colore predominante perché in grado di dare quell’effetto brillante che gli altri colori non saprebbero rendere nello stesso modo. Attenzione però, estetica promossa ma facilità di pulitura bocciata. Per mantenere intatta la sua brillantezza, infatti, dovrete lucidarlo molto spesso, dedicando una quantità di tempo superiore alla pulizia altrimenti risparmiata con la scelta di materiali meno bisognosi di cure quotidiane.

Foto: Modern kitchen interior – Shutterstock