Come raccogliere i capelli d’estate? Con il caldo, infatti, è meglio archiviare pieghe e raccolti elaborati in nome di acconciature lasciate più al caso, sbizzarrendosi con code morbide, quasi sgonfie, chignon spettinati e ciuffi messy chic.

Le acconciature per l’ufficio, più o meno facili da realizzare, non sono l’ideale per le giornate passate all’aria aperto, in spiaggia o in piscina, quando il sole e il vento possono rovinare la chioma, motivo per cui è meglio proteggere i capelli esattamente come si fa con la pelle.

Se, infatti, non si è optato per un taglio medio o corto, di tendenza in questa stagione, ma per uno lungo, può essere necessario trovare il modo di tenere i capelli sollevati dalle spalle.

Vediamo come, con 5 idee su come raccogliere i capelli d’estate.

  1. Chignon spettinato: si crea una coda alta e si attorciglia su se stessa assicurandola con delle forcine; oppure si può dividere la coda in più ciocche e si avvolge in modo da coprire l’elastico, fermando ogni ciocca con delle forcine.
  2. Chignon ordinato: basta ricorrere all’aiuto di uno specifico strumento a ciambella facilmente reperibile in tutte le profumerie.
  3. Treccia francese: a vederla, raffinata ed elegante come è, può sembrare molto elaborata, ma in realtà è più semplice di quanto si creda. Si fa partire la treccia dalla sommità della nuca – come se si dovesse realizzare un normale semiraccolto – e man mano si aggiunge una ciocca da ciascuno dei due lati della testa separandole con il dito indice per essere più precise. Aggiungendo via via nuove ciocche, si uniscono alla ciocca centrale passandole sopra. Arrivate all’altezza del collo, si finisce con una semplice treccia a tre ciocche fino al termine della capigliatura.
  4. Treccia a cerchietto: si raccolgono i capelli in due trecce non troppo strette; si legano con due elastici trasparenti e si arrotolano sulla sommità del capo fissandole con delle forcine. In alternativa si può intrecciare una sola ciocca all’altezza dell’orecchio e avvolgere sulla sommità del capo lasciando il resto dei capelli sciolti.
  5. Chignon basso: si attorcigliano leggermente le due ciocche ai lati della fronte e si fermano in una coda bassa. Tra le due ciocche attorcigliate e l’elastico si sarà creato un buco, in cui va fatta passare la coda una volta capovolta. La coda rimasta si lascia “bombata” e si fa girare fermandone l’estremità con delle forcine che andranno a nascondersi strategicamente sotto i capelli che coprono il buco.