Una coppia consolidata con una vita sessuale attiva è sicuramente più affiatata di due partner che non riescono a condividere l’intimità. Ma quali sono i principali nemici del sesso?

In pole position ci sono sicuramente i litigi: pare infatti che litigare abbia come conseguenza il calo della carica erotica nei due membri di una coppia. A sostenerlo è la dottoressa Valerie Davis Raskin, la quale consiglia di non soffermarsi troppo spesso sulle discussioni di poco conto, come quelle a carattere domestico o di mera convivenza, in modo da evitare reazioni a catena che possano portare a conseguenze gravissime nella coppia.

Galleria di immagini: Sesso con amore

Nonostante i figli siano un dono del Cielo, molto spesso il dover accudire dei bambini piccoli toglie molto tempo alla coppia: talvolta è talmente difficile occuparsi dei propri figli che non si riesce a ritagliare nemmeno un’ora di tempo da dedicare all’intimità dei coniugi.

Possibili soluzioni al “problema” sono quelle di approfittare dell’assenza dei bambini, magari quando sono ancora a scuola, oppure di chiedere il favore ai nonni di sorvegliare i pargoli per qualche ora. Anche poco tempo, se dedicato in modo costante, basta per salvare una coppia sull’orlo della crisi.

Recenti sondaggi dimostrano che possedere un televisore in camera da letto contribuisce ad assopire il desiderio sessuale di una coppia, sia questa formata da giovani conviventi che da coniugi che già da anni condividono il talamo nuziale.

Un problema davvero difficile da risolvere per una coppia di lavoratori è quello di far coincidere gli orari per condividere l’intimità: molto spesso si rischia di tornare a casa stanchi e stressati dopo una giornata di duro lavoro e non avere le forze per fare l’amore con il proprio compagno.

Per questo motivo è consigliabile condividere hobby o attività come sport oppure un allenamento in palestra: in questo caso, il tempo libero passato ad allenarsi insieme può trasformarsi in un ottimo momento per condividere l’intimità di coppia sfruttando l’aumento di testosterone dovuto allo sforzo fisico.

Infine, in coda alla lista dei nemici dell’intimità risulta esserci una cena troppo abbondante: chi mangia troppo rischia un vero e proprio calo di desiderio, nonostante il pasto fosse solo una scusa per arrivare al dopocena. Quindi una mossa davvero astuta è quella di condividere un primo oppure un secondo: in questo modo ci si mantiene leggeri e si stuzzica la fantasia del partner banchettando con la stessa pietanza.