Con la bella stagione, le gite fuori porta, le feste in piscina e le cene in giardino, torna la ricerca dei segreti per un barbecue perfetto: chi, infatti, non ha assistito a spassose discussioni davanti alla griglia sul metodo migliore per accendere il fuoco, per ventilare la carbonella, per insaporire carne e pesce?

Ogni marito si dichiara il “re della griglia” e spesso, quando si è tra amici, parte una gara di virilità tra chi vuole dimostrare di aver acquisito la tecnica migliore. Del resto, difficile rinunciare al piacere della carne o del pesce grigliati, ma anche delle verdure, perfette per i vegetariani e da annoverare tra le migliori ricette estive veloci da fare e da gustare anche fredde in un secondo momento.

Se volete scoprire i consigli migliori per una grigliata senza rivali, non perdete questi 5 segreti per un barbecue perfetto.

  1. La carbonella giusta. Spesso, di corsa e con poca attenzione, si compra la prima carbonella a portata di mano in un supermercato. Per un barbecue super ci vuole la migliore, quella naturale, il carbone di legna o carbone vegetale. I perfezionisti possono aggiungere trucioli di legno per esaltare i sapori: di quercia per pesce e maiale, di ciliegio o melo per la carne.
  2. La scelta dei cibi. Una carne di qualità è alla base di un’ottima grigliata. Tra i tagli del manzo, i migliori sono senz’altro quelli con l’osso, come bistecche e filetti; per il maiale sono consigliate costine e bistecche, ottimi anche pollo e vitello, ma meglio marinarli prima affinché la carne non risulti secca. Non possono poi mancare le salsicce, e neppure spiedini e hamburger, che però sarà meglio fare in casa, per essere sicuri del tipo di carne scelta. Per quanto riguarda il pesce, si può optare per quello in tranci, come salmone, tonno e pesce spada, ma anche sgombri, sarde, triglie, branzino, oppure i crostacei e le seppie, naturalmente negli esemplari più grandi.
  3. La marinatura. La marinatura della carne – di solito la ricetta classica è olio, trito di erbe come rosmarino, alloro e salvia, aglio e vino – è importante . Si può mettere la carne a marinare qualche ora prima del barbecue e poi spennellare abbondantemente durante la cottura.
  4. Il momento giusto. L’arte della grigliata vuole pazienza: non abbiate fretta di cucinare, e prima di mettere il cibo sulla griglia assicuratevi che la carbonella sia arrivata alla giusta temperatura e che il calore sia uniforme. La carbonella deve diventare bianca e incandescente.
  5. Gli strumenti adatti. Una fetta di pane o una salsiccia che cadono sulla carbonella, qualcuno che si scotta per girare la carne con una forchetta, non c’è che dire, senza gli strumenti adatti il barbecue non sarà mai perfetto. Cosa serve? Non molto in realtà, un paio di buone pinze da griglia per la carne e le piccole gabbie apposite per i pesci.