Lo stress da lavoro è un nemico con cui quotidianamente molti si ritrovano a combattere. Spesso, ci si ritrova in preda a stati d’ansia e agitazione inspiegabili proprio nel momento in cui si sta svolgendo un compito importante.

Se le palpitazioni, la rabbia e il panico ci assalgono, allora vuol dire che lo stress da lavoro inizia a farsi strada dentro di noi. Nulla di peggio: in questo caso è impossibile lavorare o instaurare rapporti produttivi con i propri colleghi. Che fare?

=> Scopri come mantenere la calma sul lavoro

In realtà, possiamo ridurre notevolmente lo stress in cinque passi, purché ci si concentri e si tenga sempre in mente l’obiettivo. In primo luogo, mantenere la calma. Di sicuro è la cosa più difficile, ma anche quella davvero indispensabile. Fare un bel respiro, distendere i nervi e i muscoli, sciogliere le ossa sarà di grandissimo aiuto per tranquillizzarsi.

Questo è il modo di calmarsi più veloce qualora ci si trovi sul posto di lavoro; per calmarsi al di fuori del lavoro e, quindi, ridurre lo stress generale, i metodi sono molteplici: fare sport, trovarsi un hobby o un passatempo, camminare, prendere la luce del sole e stare all’aria aperta, fare shopping o passare mezz’ora a fare un bagno caldo con sali sono tutti metodi per poter dissipare lo stress.

=> Scopri i 10 lavori meno stressanti

Secondo punto: lo stress si riduce notevolmente se si organizza al meglio il lavoro. Organizzare il lavoro significa, ad esempio, fare una lista dei compiti da svolgere e dare ad essi un ordine di importanza. Stabilire le priorità aiuterà a svolgere le proprie mansioni con meno disordine. Tolti il disordine e il caos mentale, allora anche lo stress verrà meno.

Spesso, lo stress da lavoro proviene da scadenze e consegne. Ebbene, il terzo punto è questo: consegnare il lavoro più urgente, anche a costo di rimanere a lavoro oltre il tempo stabilito. Se mentalmente ci si predispone a questo pensiero, allora si svolgeranno le proprie mansioni con più calma. Anzi, se, nonostante la scadenza, si decide di fare qualcosa con tranquillità, allora si sarà più concentrate e il risultato del proprio lavoro sarà davvero soddisfacente.

=> Scopri come capire se sei workaholic

Lo stress, a volte, proviene dalle persone con cui ci si interfaccia. Il cliente, il capo o il collega, nei momenti di maggiore tensione lavorativa, possono essere delle vere e proprie spinte nel fianco, soprattutto se ci chiedono di sbrigarci o se sorgono continuamente discussioni. Il modo per ovviare al problema è cercare di parlare ora con l’uno o con l’altro interlocutore in base al loro carattere e al loro modo di fare: solo così si potranno evitare inutili battibecchi e si velocizzerà il lavoro.

E, infine, ricordare sempre una cosa: credere nel lavoro di squadra. Spesso lo stress proviene dalla nostra volontà di far tutto da soli, perché ci si crede indispensabili e unicamente adatti a quella mansione. Invece, chiedere aiuto e appoggiarsi ad altre persone competenti e collaborare con i colleghi alleggerirà il carico di stress e aiuterà a costruire rapporti d’amicizia, cosa che non guasta mai in un ambiente di lavoro.

Fonte: The Times of India