Intagliare zucche, travestirsi e truccarsi, ma non solo: le tradizioni di Halloween per bambini possono essere tante e diverse da personalizzare in base all’età dei piccoli e per il divertimento di tutta la famiglia.

Halloween è ormai una ricorrenza molto diffusa anche nel nostro Paese e amata soprattutto dai bambini che possono divertirsi con maschere a tema, lavoretti e una marea di dolci. Ma non è tutto: Halloween, festa spettrale per eccellenza, permette ai piccoli di casa anche di esorcizzare le loro paure.

Fantasmi, streghe e vampiri, infatti, per una sera smettono di essere personaggi terrificanti per  presentarsi ai piccoli in una veste più allegra e divertente. Vietato dunque farsi scappare questa occasione. Ecco allora 5 tradizioni di Halloween da vivere con i bambini.

  1. Intagliare la zucca. La tradizione di intagliare la classica zucca di Halloween viene dalla leggenda di Jack ‘o Lantern, il cui protagonista, cacciato dall’Inferno, comincia a girare per il mondo con un tizzone ardente collocato in una rapa, come fosse una lanterna. La rapa è stata poi sostituita in America con la zucca diventata simbolo per eccellenza della festività. Con l’aiuto di mamma e papà, allora, anche i bambini possono divertirsi a trasformare delle zucche in lanterne da accendere la notte di Halloween.
  2. Dolcetto o scherzetto. Altra tipica tradizione di Halloween adatta ai bambini è il consueto giro dell’isolato chiedendo “Trick or Treat?”, in italiano “Dolcetto o scherzetto?“. In America la notte di Halloween  i bambini, travestiti da streghe, vampiri fantasmi, o da altri sinistri personaggi, bussano alle porte del vicinato raccogliendo caramelle e ogni genere di dolciumi e riservando piccoli scherzi a chi si rifiuta di elargire dolcetti. Se un vero e proprio giro del quartiere da noi non è fattibile, si può comunque organizzare qualcosa di simile, magari all’interno del condominio.
  3. Festa di Halloween. Secondo la tradizione, la notte di Halloween si possono organizzare anche delle “spaventosissime feste”. I bambini si divertiranno un mondo ad allestire un piccolo party con tanto di dolci e decorazioni a tema e naturalmente scegliendo il travestimento giusto. In alternativa a una vera e propria festa, si può pesare anche a un mini pigiama party, per trascorrere in compagnia degli amichetti la notte più spaventosa dell’anno, facendo giochi o guardando film.
  4. Cucinare cibo celtico. La maggior parte delle persone crede che Halloween sia una festa americana. In realtà le sue origini sono irlandesi e risalgono al tempo dei celti. Perché allora non recuperare qualche antica usanza celtica come cucinare del cibo tipico? Sul web si possono scovare tante originali ricette adatte ai piccoli.
  5. Gita al castello. Le storie più paurose, si sa, sono spesso ambientate in sinistri castelli o macabre dimore. Perché allora non divertirsi trascorrendo con i bimbi un week-end speciale in qualche suggestiva location? Sono infatti tantissime le iniziative dedicate a speciali soggiorni in famiglia durante le quali trascorrere un divertente week-end… di paura.