Un buon curriculum vitae è il modo migliore per trovare un lavoro, ma ancor prima per ottenere un colloquio. Se state cercando un nuova ricollocazione professionale, o magari siete alla ricerca di un impiego per la prima volta, il passo iniziale è quindi quello di prepararlo e curarlo al meglio.

Un curriculum vitae realizzato in maniera vincente può aprirvi porte che prima restavano chiuse. Cercheremo quindi di suggerirvi qualche strategia per realizzarlo nella maniera migliore, in modo da valorizzare le vostre esperienze e i vostri punti di forza e farlo spiccare in mezzo alla miriade di quelli ricevuti dalle aziende.

Quando si revisiona il proprio CV, un errore in cui spesso si incorre è quello di complicarlo troppo, inserendo informazioni inutili. Il primo consiglio è quindi quello di renderlo il più semplice, leggibile e immediato possibile. Il curriculum non dev’essere una sorta di vostra autobiografia personale, ma solo fornire all’esaminatore le informazioni essenziali per valutare al meglio le vostre capacità e competenze.

Un altro consiglio è quello di cercare di mettervi al posto della persona dell’ufficio gestione personale. Provate a pensare con la sua testa. In mezzo ai tanti curriculum vitae che riceve quotidianamente, è necessario trovare il modo di attirare la sua attenzione immediatamente; posizionate allora le keyword all’inizio del testo, indicando subito, e in maniera breve, le informazioni più essenziali e importanti del vostro profilo professionale. Un altro modo per farsi notare è quello di accompagnare il curriculum con una telefonata, in modo da avere un contatto più diretto con la persona che si occupa della selezione del personale, sebbene non sia sempre facile reperire il suo numero di telefono.

Inoltre, è sempre meglio riguardare il proprio CV e adattarlo per ogni posizione e azienda cui lo si manda, in modo da valorizzare quegli elementi che potrebbero essere più rilevanti in quel determinato caso.

Ricordate però che un buon CV da solo non basta per assicurarsi un posto di lavoro. L’importante è anche mandarlo alle persone e alle aziende giuste e che possano essere interessate a qualcuno con un profilo come il vostro. Spesso è quindi inutile mandare il curriculum a decine e decine di compagnie, rispondendo a ogni annuncio che trovate, ma è meglio focalizzare l’attenzione su posti più in linea con le vostre competenze. Il consiglio finale è allora quello di dedicare più tempo e attenzione ogni volta che vi proponete per una candidatura, anziché gettare semplicemente il vostro CV nel mucchio, sperando di avere fortuna.

Fonte: iVillage