Il cibo, si sa, è un potente afrodisiaco, per questo motivo può sedurre un uomo con il cibo anche chi non è provetta chef. Non serve, infatti, preparare piatti degni di Joe Bastianich per far capitolare il lui oggetto del nostro interesse, ma è indispensabile conoscere dei piccoli segreti.

Sfruttare il potere del cibo è un trucco antico per accendere la passione: non a caso spesso gli appuntamenti romantici si svolgono durante i pasti. Mangiare insieme infatti è un gesto molto intimo, che potrebbe rivelare molto anche sulle abitudini sessuali del nostro commensale.

Per prendere un uomo per la gola, però, non basta puntare sulle doti culinarie o su cibi afrodisiaci: bisogna saper agire con astuzia, tempismo e fantasia, saper abbinare gli ingredienti giusti per creare il nutrimento più prelibato per corpo ed anima, quello del desiderio. Ecco quindi 7 consigli per sedurre un uomo con il cibo.

  1. Il piacere inizia con l’attesa: se si è ancora nella fase in cui si deve rompere il ghiaccio, è importante pianificare l’incontro con anticipo, perché la fretta non aiuta mai, né in cucina né a letto. È bene preparare con calma e predisporsi in uno stato d’animo ricettivo, nonché trovare il tempo necessario per farsi bella.
  2. Piatti da evitare: la prima volta che si cucina per l’uomo che si vuole sedurre è meglio evitare alcune portate, come gli spaghetti, perché chi non padroneggia perfettamente la tecnica, rischia di lanciarsi in grottesche acrobazie per arrotolarli alla forchetta.
  3. Alimenti da bandire: bando anche agli alimenti che possono causare l’alito cattivo, come il formaggio, e quelli che provocano gonfiore intestinale, come i legumi, cereali integrali, cavoli, crauti, carciofi, melanzane o radicchio rosso. Oltre che dall’aglio e dalla cipolla, meglio tenersi alla larga anche dal porro e dal curry.
  4. Malizioso ma con moderazione: è più facile che il dopo cena sia adeguato alle aspettative se i cibi preparati sono stuzzicanti sì, ma in piccole porzioni, per evitare che il corpo si impigrisca durante la digestione.
  5. Non solo a tavola: se il cibo è un ottimo viatico per la seduzione, è importante scegliere con cura dove si consumerà il pasto. Il tavolo, infatti, non è l’unica scelta possibile; si può optare per mangiare seduti su un tappeto o su un divano.
  6. Chi ben comincia: forme, sapori e profumi vanno sperimentati al massimo, sfruttando il potere delle allusioni, soprattutto se si decide di cucinare insieme. Ci sono delle azioni in cucina che ricordano movimenti, parole e gesti che hanno il loro corrispettivo nella sfera sessuale. Impastare, ad esempio, è come massaggiare.
  7. Bicchieri contati: meglio evitare di eccedere col vino, perché se un paio di bicchieri aiutano a rilassare, ogni sorso rende più ardua la riuscita della seduzione.