Ci sono cose che le mamme odiano sentirsi dire, e ripetere, specie da chi non ha figli. Dai consigli, ovviamene non richiesti, su come gestire i capricci fino alle pseudo-regole d’oro per evitare di crescere bambini viziati: chi non è genitore spesso tende a ignorare quanto possano essere fastidiosi per una madre certi commenti.

Ecco allora 7 cose che le mamme proprio non sopportano sentirsi dire da chi non ha figli.

  1. Se lo tieni troppo in braccio lo vizi. Questa è sicuramente una delle frasi più antipatiche che una neo-mamma si sente rivolgere. Spesso infatti chi non ha figli tende a ignorare che è proprio il contatto con il corpo della mamma che può calmare il neonato. Perché allora lasciarlo piangere quando può bastare un semplice gesto per tranquillizzare il piccolo e riposare le orecchie?
  2. Sei troppo apprensiva. Altra cosa  tipica e insopportabile riguarda proprio i commenti sulle ansie da mamme: chi non ha figli non sa per esempio che, da mamma, può diventare una cosa assolutamente normale anche svegliarsi per controllare che il piccolo stia bene e respiri. Mamme troppe apprensive? Macché! Semplicemente mamme.
  3. Non abituarlo a dormire nel lettone. Le mamme che confessano in pubblico di far dormire il piccolo nel lettone devono essere pronte ai giudizi, antipatici e spesso infondati, della non-mamma di turno pronta a elencare pericoli e conseguenze catastrofiche di questa “pessima” abitudine. Ma, se il piccolo nel lettone finalmente si addormenta e la mamma guadagna qualche ora di sonno, non è in fondo meglio? Essere mamma per credere.
  4. Devi pensare di più a te stessa. Spesso le neo-mamme non trovano il tempo per riuscire a fare una doccia con calma, figuriamoci per concedersi un parrucchiere, una manicure o una seduta di shopping. Le frasi che allora le mandano su tutte le furie sono quelle delle non-mamme che consigliano loro di trovarsi del tempo per sé.
  5. Perché non ti iscrivi in palestra?. Stesso discorso vale per l’amica single che chiede alla neo-mamma di iscriversi con lei a un corso di aerobica. Ma come si fa a trovare il tempo con un bimbo piccolo a cui badare? Meglio allora chi propone un aiuto per tenere il bimbo e lasciare qualche ora libera alla mamma.
  6. Dovresti lasciarlo piangere. Andare dal piccolo quando piange è un gesto assolutamente naturale per una mamma ma spesso per chi non ha figli sembra un segnale di troppa ansia e apprensione
  7. Da quando sei diventata mamma non ti si vede più“. Sempre a proposito di (poco) tempo a disposizione, un’altra cosa assolutamente insopportabile per una mamma è proprio quella di sentirsi dire che le sue abitudini “sociali” sono cambiate. Le serate mondane, almeno all’inizio, cedono posto a pappe e pannolini, ma come potrebbe essere altrimenti?