Ci sono alcune cose da fare prima del parto in modo da arrivare alla scadenza in tutta tranquillità e senza entrare nel panico. Con un po’ di organizzazione e lungimiranza si possono vivere i primi giorni con il bambino appena arrivato con la calma necessaria a rendere magico questo periodo.

Ecco 7 cose da fare prima del parto per affrontare l’arrivo del nuovo neonato con serenità.

  1. Cucinare. Tornate dall’ospedale, difficilmente si avrà il tempo di cucinare. Mangiare sano, invece, soprattutto nel periodo dell’allattamento è di enorme importanza. Sarebbe bene, quindi, riempire il congelatore di una serie di piatti cucinati in maniera nutriente ed equilibrata.
  2. Andare dal parrucchiere. Una volta in balia di pappe, pannolini e “colichette” sarà molto difficile trovare il tempo per essere in ordine. Meglio, allora, recarsi dal parrucchiere prima di entrare in ospedale. Anche se ancora non si può fare la tinta, si può chiedere dal proprio hair stylist di fiducia un taglio che regga per qualche settimana.
  3. Organizzare gli spazi. Un neonato è in grado di generare una quantità sorprendente di disordine: fazzoletti, pannolini, peluche, bavaglini e tutta una serie di oggetti piccoli e grandi andranno a riempire tutti gli spazi di casa. Organizzare da prima scatole, cassetti e grandi ceste può essere un modo di avere a portata di mano, ma non in giro, ogni cosa che vi occorre.
  4. Sistemare casa. Sarebbe bene fare una lista di tutte quelle cose che avreste voluto aggiustare ma non avete avuto il tempo (come un rubinetto che perde, un quadro da attaccare alla parete, una lampadina da cambiare) e costringete il vostro compagno ad aiutarvi a sistemare tutto, così da ritrovare, al rientro, un ambiente ordinato e non trasandato.
  5. Allenarsi al neonato. Seggiolini, carrozzine, marsupi: avrete a che fare per la prima volta con i tanti attrezzi fondamentali e uscire di casa potrebbe essere più difficile del previsto. Preferibile, quindi, allenarsi qualche giorno prima, in modo da sapere quanto può essere difficile montare il seggiolino in auto o caricare nel portabagagli la carrozzina.
  6. Ordinare le finanze. Bollette, scadenze fiscali e altre piccole incombenze potrebbero passare in secondo piano, soprattutto durante il trambusto dei primi giorni. Gli accrediti bancari ora potrebbero essere una mano santa. Altrimenti, meglio annotare tutte le scadenze in modo da non incorrere in more.
  7. Trascorrere insieme gli ultimi giorni a due. Presto si sarà in tre: un bambino rappresenta un grande cambiamento nei rapporti. Sarebbe bene prendersi del tempo per parlare con il proprio partner di sogni, desideri e paure, perché presto i problemi pratici di tutti i giorni avranno il sopravvento. Condividere i pensieri aiuterà entrambi a essere più legati prima di affrontare un periodo che si prospetta decisamente intenso.