Scegliere lo specialista che dovrà curare i propri bambini non è facile, perché a lui è affidato il duro compito di far sì che i bambini crescano in salute: per questo è necessario conoscere le domande da fare al pediatra prima ancora di decidere quale sia quello migliore.

Ecco 7 domande da fare al pediatra per assicurarsi il miglior trattamento per i propri figli.

  1. Posso vedere il titolo di laurea?“: anche se può sembrare sciocca e banale, la prima delle domande da fare al pediatra è quella di vedere il titolo di studio. In questo modo è possibile conoscere la persona che si ha davanti e assicurarsi dell’ufficialità del titolo.
  2. Cosa ne pensa di vaccinazioni ed altri trattamenti terapeutici preventivi?“: tra le domande da fare al pediatra vi sono quelle su trattamenti medici preventivi o aggressivi. In questo modo si conoscerà la posizione del proprio medico su malattie o possibilità di cose che possano nuocere la salute del bambino.
  3. Quale è la sua specializzazione?“: la terza delle domande da fare al pediatra è necessaria per capire quale sia la specializzazione del medico.
  4. Quando posso prendere il prossimo appuntamento?“: anche se non serve a vedere la professionalità, tra le domande da fare al pediatra vi è la richiesta di un ulteriore appuntamento. In questo modo è possibile capire se vi è disponibilità con le date, anche in base alle urgenze.
  5. Per il raffreddore è necessario che prenda medicine?“: uno specialista che prescriva al bambino medicine per risolvere qualsiasi problema non è, al cento per cento, un bravo medico. Tra le domande da fare al pediatra vi sono anche quelle necessarie a comprendere se il dottore è uno di quelli che tende a somministrare molti farmaci; in quel caso, meglio evitare.
  6. Con quali specialisti collabora frequentemente?“: il medico di base dei propri bambini deve essere scelto anche in base ai collegamenti che ha con colleghi o collaboratori che possono salvaguardare il benessere dei piccoli.
  7. Ha figli?“: infine, tra le domande da fare al pediatra, vi è la più classica e banale, sui suoi figli. Ciò che conta, tuttavia, è la sua professionalità ed abilità medica.