Tra le regole da seguire per perdere peso, c’è senz’altro anche quella che richiede di riorganizzare la dispensa per dimagrire: spesso, infatti, una dieta dimagrante fallisce perché si pensa solo strettamente al menu senza rendersi conto che ci sono errori da evitare e abitudini da dimenticare se si vuole perdere peso in fretta.

Riorganizzare la dispensa, del resto, non è solo un aiuto per dimagrire in un primo momento, ma anche per effettuare un vero e proprio passaggio definitivo all’alimentazione sana, tra prodotti e abitudini che permettano di non accumulare di nuovo i chili di troppo.

Naturalmente, per dimagrire in maniera sana e duratura è importante anche agire sullo stile di vita, evitando la sedentarietà e iniziando un’attività fisica anche blanda ma costante, come una corsa di mezz’ora al giorno o lunghe passeggiate.

Vediamo, ora, 7 trucchi per riorganizzare la dispensa per dimagrire.

  1. Legumi a portata di mano. I legumi sono uno degli alimenti migliori da inserire in una dieta dimagrante, insieme ai cereali integrali, alla frutta e alla verdura. I legumi sono infatti ricchi di proteine ma privi di grassi, apportano fibre, vitamine e sali minerali. Spesso, però, finiscono in fondo alle dispense. Teneteli a portata di mano e studiate ricette per inserirli spesso nell’alimentazione, con vellutate, zuppe, insalate, polpette etc.
  2. Snack banditi. Con l’aiuto degli altri abitanti della casa, tenete fuori dalla vostra cucina snack cme patatine, noccioline, cioccolata, e junk food, che potrebbero pregiudicare gli sforzi fatti, insieme a dolci e alcol.
  3. Angolo per le tisane. Messi al bando succhi di frutta, alcolici e bevande gassate, oltre all’acqua potete utilizzare le tisane per raggiungere la quantità di liquidi da bere preferibilmente per dimagrire, cioè almeno un litro e mezzo al giorno. Preparate in cucina un angolo per le tisane, con le vostre miscele preferite, tazze colorate, bollitore, a cui avvicinarvi ogni volta che sarete tentati di mangiare qualcosa. Le tisane, del resto, vanno bene per ogni momento della giornata e si possono gustare calde o fredde.
  4. Contenitori trasparenti. Anche l’occhio vuole la sua parte: in dispensa o dentro al frigorifero, cercate di utilizzare contenitori in vetro o in plastica trasparenti tutti uguali per legumi e pasta integrale, verdure e macedonie. Così saprete sempre cosa c’è a portata di mano e potrete organizzare più facilmente un pasto o uno spuntino sani.
  5. Il pieno di spezie. Le spezie aiutano a cucinare piatti saporiti, senza grassi, sale e condimenti aggiunti, e in alcuni casi stimolano il metabolismo: via libera quindi a tante spezie spezie e erbe in bella vista e a portata di mano per mangiare sano ma con gusto.
  6. Spuntini mono porzione. Quando si è a dieta è importante non saltare nessun pasto, neppure gli spuntini di metà mattina e metà pomeriggio, per non arrivare al pasto successivo troppo affamati. Che siano di frutta, yogurt, frutta secca o crudité, preparate a inizio giornata gli spuntini dividendoli in mono porzioni con bustine o barattoli: due i vantaggi, saranno già belli e pronti e non rischierete si esagerare con la quantità.
  7. Piccoli elettrodomestici e strumenti. In cucina, durante la dieta e in generale per un’alimentazione sana, non possono mancare piccoli elettrodomestici e strumenti che facilitano e velocizzano le operazioni, favorendo un’alimentazione fatta di materie prime trasformate senza l’aggiunta di grassi e cucinate in maniera salutare. Si va dalla vaporiera al mixer, dal frullatore alla yogurtiera.