Ci sono vari modi per diventare un bravo studente e, se vostro figlio non c’è ancora riuscito, dovete cercare (per quanto possibile) di dargli una mano. Questo vale soprattutto se è piccolo, dato che si deve abituare a fare i compiti e a studiare, quindi ha più difficoltà a concentrarsi e a organizzarsi.

Deve trovare un metodo (impresa non facile, che richiede a volte mesi e persino anni), ma soprattutto capire quanto sia importante la scuola, per il suo presente ma soprattutto per il suo futuro.

Ecco quindi qualche suggerimento per lui, ma soprattutto per voi genitori.

  1. Trovare il luogo di studio giusto. Per prima cosa è necessario trovare il luogo giusto per farlo studiare: è importante che l’illuminazione sia buona e che i mobili, soprattutto la sedia della scrivania, sia comoda. È poi importante che nell’ambiente non ci siano troppi oggetti, per evitare che diventino fonte di distrazione.
  2. Creare un buon rapporto con vostro figlio. Se volete davvero aiutare vostro figlio negli studi è importante che il rapporto tra di voi sia buono, affinché lui possa sentirsi a suo agio e senta lo studio non come la classica imposizione da parte di un genitore, ma uno stimolo da parte di quest’ultimo.
  3. Avere un atteggiamento positivo. Per vostro figlio è importante vedervi serene (almeno con lui) e ottimiste: un mood positivo non potrà che stimolarlo. Certo un pizzico di severità è necessaria per mantenere l’ordine, ma senza esagerare.
  4. Tirare fuori la carta della creatività. Se tuo figlio è ancora piccolo sarà difficile tenerlo concentrato per più di 15 minuti, quindi è il caso che voi l’aiutate a resistere di più, tirando fuori la carta della creatività, facendo passare lo studio come una sorta di gioco, solo un po’ più impegnativo.
  5. Concentrarsi sui punti forti. Altra cosa importante è cercare di capire quali sono le materie in cui vostro figlio è portato e cercare di puntare molto su quelle, senza naturalmente dimenticare le altre.
  6. Parlare con gli insegnanti. Non dovrebbe essere necessario dirvelo, ma è sempre meglio ricordarlo: è fondamentale che voi andiate spesso a parlare con gli insegnanti di vostro figlio, per capire al meglio qual è il suo rendimento e scoprire gli eventuali punti deboli.
  7. Partecipare alla vita scolastica. È importante per vostro figlio vedere che voi siete interessati alla sua vita scolastica e che fate di tutto per potervi partecipare, nonostante gli impegni (soprattutto di lavoro) siano tanti.