Non solo Manolo Blahnik: sono tanti gli stilisti a cui affidarsi per essere in linea con le regole di stile da copiare a Sarah Jessica Parker. Celebre per il suo ruolo di Carrie Bradshaw, l’attrice deve molta della sua fortuna a Patricia Field, la costumista che ha creato i suoi look nella serie “Sex&the City” (d’altronde è sempre sua la firma dei costumi de “Il diavolo veste Prada“), entrati poi nell’immaginario collettivo delle fashionist di tutto il mondo occidentale. Grazie alla geniale Patricia Field e alla sua Carrie abbiamo imparato a mixare Oscar de La Renta con bigiotteria latino-americana, a riconoscere una Baguette falsa, a cavarcela di impaccio nelle occasioni in cui ci sentiamo come se avessimo “addosso il patchouli in una stanza piena di Chanel”.

I suoi look, sul set e fuori, hanno dettato tendenza come pochissimi altri negli ultimi anni, a lei si deve la fama di shoe designer e stilisti le cui creazioni l’attrice ha portato alla ribalta. A oggi Sarah Jessica Parker ha anche un ruolo attivo nel mondo della moda, ma la sua passione per outfit eccentrici e molto audaci non è mai venuta meno. Che sia su un red carpet o paparazzata per le strade di New York riesce a confermarsi anche ora che ha superato i 50 anni una vera icona fashion.

Galleria di immagini: Le regole di stile da copiare da Sarah Jessica Parker

Perché Carrie Bradshaw si nasce, ma ci sono delle regole di stile da copiare da Sarah Jessica Parker: vediamone alcune.

  1. Stampe, colori e fantasie accostati senza paura: righe, fiori, broccati e trasparenze prima della comparsa sulla scena di Alessandro Michele difficilmente si pensava si potessero mixare con tanta disinvoltura. SJP lo fa da sempre, senza essere mai né kitsch né volgare. Il segreto? L’autoironia.
  2. Rompere gli schemi: il tailleur di ordinanza si vivacizza con scarpe colorate o un grande fiore appuntatato al petto o, perché no, con un cerchietto extralarge a fermare i capelli. L’importante è creare una nota dissonante capace di dare personalità anche alla divisa più formale.
  3. Scendere dal piedistallo: non si vive di solo Manolo (e neanche Jimmy Choo). A volte la vita ci chiede di abbassarci a livello stradale con comodi e caldi stivali da passeggio, soprattutto se dobbiamo svolgere il ruolo di mamma.
  4. Il pinocchietto si può: pare impossibile, eppure Sarah Jessica Parker riesce a rendere glamour anche questo modello di pantaloni che sembrano creati per mortificare la silhouette femminile. Sono uno dei must di questa stagione, quindi tanto vale imparare da lei come indossarli: scarpe a punta e tacco a spillo sono d’obbligo.
  5. Così tante scarpe e solo due piedi: fedele alla sua battuta, l’attrice ha deciso di avere una linea di calzature tutta sua, la SJP Collection. Senza bisogno di ricorrere a tanto, è comunque fondamentale avere abbastanza modelli a seconda di umori e occasioni.
  6. Dammi un blazer e solleverò il mondo: perfetto sui jeans, spesso la Parker lo abbina con abiti da sera, creando un contrasto piacevole e originale. Il consiglio per le comuni mortali è di indossare accessori di classe e di scegliere una giacca che cada a pennello, per evitare l’effetto “barbona”.
  7. Handbag amore mio: che sia una delle infinite Baguette sfoggiate in questi anni o una delle tante clutch, la sua borsa preferita si porta a mano. Difficilmente è stata vista in giro con modelli oversize o shopper: copiarla sarà arduo per chi vive le giornate fuori casa, ma si può sempre tentare.