Fetish sessuali, quanto sono diffusi? La passione e l’erotismo vanno spesso a pari passo con la fantasia, che porta gli amanti a lanciarsi nel sesso più creativo, da quello divertente a pratiche ben più pericolose. Ma quali sono i costumi sessuali più insoliti, quelli più stupidi e quelli, invece, irripetibili?

A rispondere a questa domanda è una piccola inchiesta di TruTV che, scandagliando in mondo certosino il Web, ha rilevato quali siano i 9 fetish sessuali più insoliti, per non dire risibili. Che il {#sesso} stia via via diventando materia per comici e psicoterapeuti?

Il primo fetish a far capolino in Rete è quello dei “furry“, e non si parla in questo caso di uomini particolarmente irsuti. Sono molte le coppie di Internet, infatti, che decidono di travestirsi in modo animalesco in camera da letto. E, così, furbe volpi si accoppiano con innocui conigliette, orsi polari possiedono intimorite galline, indifese cerbiatte diventano vittime di lupi ottenebrati dal testosterone. In questo oceano di travestimenti, inoltre, pare non manchino nemmeno gli unicorni e i mini pony.

Gettonatissima è anche la fantasia dei clown. Considerati sia divertenti che inquietanti, grazie anche all’immaginario collettivo stuzzicato dal film horror “It”, sono sempre di più i partner che decidono di accoppiarsi con tanto di parrucca e nasone rosso. E chissà che durante l’incontro non scatti anche qualche trucco da prestigiatore.

Segue il fetish del “tickling“, ovvero del solletico. Per alcuni divertente e per altri una tortura insopportabile, il solletico entra in camera da letto come sostituto dei genitali per il raggiungimento dell’orgasmo. L’obiettivo di questo fetish è giungere il culmine del piacere tramite la stimolazione delle zone erogene, avvalendosi anche dei più curiosi oggetti per raggiungere questo scopo. Dalle piume a vere e proprie diavolerie elettroniche, questa passione va al passo con il feticismo per antonomasia: quello dei piedi. Quale zona più sensibile al solletico se non, appunto, la pianta dei piedi? E proprio sulle estremità inferiori del corpo umano esiste una nutrita letteratura: dagli amanti delle scarpe agli estimatori delle dita, passando per gli irriducibili degli odori e gli appassionati di unghie.

Tornando su canoni ben più comuni, la Rete sembra impazzire per l’accoppiata cibo e sesso, un classico di ogni {#coppia}. Oggetto del desiderio di molti film hollywoodiani, giocare con una fragola o un cubetto di ghiaccio sicuramente è uno dei preliminari più diffusi. Ma c’è chi si spinge oltre, organizzando complete cene a letto – dall’antipasto al dolce, ammazzacaffè inclusi – utilizzando i propri corpi come grandi vassoi da portata.

E che dire di candele e cera? Sdoganato da un famoso video di Ricky Martin, il waxing sta diventando una vera e propria mania del Web. Con waxing non si intende la classica ceretta, bensì l’atto di far colare della cera bollente sul corpo del proprio compagno di gioco. E al crescere della passione collettiva, aumentano anche gli ingressi in pronto soccorso: le ustioni genitali non sono propriamente simpatiche da curare.

Un trend preoccupante, e forse un po’ esagerato, è quello improntato sul ritorno dei vampiri. Colpa forse della saga “{#Twilight}” e di serie come “True Blood”, ma vi sono sempre più adolescenti che si lasciano andare a morsi e drink al gusto di sangue durante l’amplesso. Un fetish questo rischioso, oltre che per alcuni nauseante, perché il contatto e l’ingestione del sangue altrui potrebbe essere foriero di infezioni funeste, come quelle del virus dell’HIV.

In crescita anche il mondo dei sex toys, simpatica modalità per portare un po’ di pepe nella vita di coppia. Ma la Rete, come ormai sua indole, ha portato l’innocua passione per i giocattoli erotici all’estremizzazione. Si ha, infatti, un boom degli strumenti di elettrostimolazione: dopo aver invaso tutti i canali televisivi con televendite di miracolosi aggeggi per ottenere muscoli scolpiti direttamente dalla poltrona di casa, qualcuno ha ben pensato che gli elettrodi potessero essere adagiati in altre parti del corpo oltre i bicipiti. E, a quanto pare, i risultati sarebbero davvero elettrizzanti.

Infine, galoppa la mania sessuale per i personaggi dei videogiochi. Pare che il costume più venduto fra le coppie non sia più quello di CatWoman, bensì quello della Principessa Zelda, nota eroina dei videogame. E chissà che qualcuno non si presenti sotto le lenzuola vestito da Super Mario.

Fonte: TruTV