Esistono vari rami della scienza yoga. Uno di questi, sicuramente il più praticato in occidente, è l’Hatha Yoga, ossia quella parte della filosofia yoga che tratta della {#cura del corpo} in senso fisico, più che mentale. Seppur privato della sua carica spirituale e ridotto ormai a una forma di ginnastica orientaleggiante, l’Hatha yoga può aiutare a migliorare vari aspetti della nostra fisicità in quanto calma lo stress, migliora la postura del nostro corpo, l’elasticità dei muscoli, la circolazione sanguigna e aiuta a liberare la mente dalle ansie quotidiane: tutti benefici che possono essere sfruttati anche nella pratica sessuale.

Ellen Barrett, autrice del libro “Sexy Yoga”, ha individuato 9 posizioni specifiche in grado di migliorare non solo la prestazione fisica, ma anche l’armonia con il partner: la pratica costante di questi esercizi aiuta a mantenere la concentrazione durante l’atto sessuale e, di conseguenza, permette di vivere il momento del rapporto in modo più sereno.

La prima posizione, semplice ed efficace, è quella del gatto/mucca: appoggiate le mani e le ginocchia per terra, con i polsi perpendicolari alle spalle e i fianchi in linea con le ginocchia. Alzate il petto e stendetevi come se aveste una coda (mucca), poi, espirando, inarcate la schiena, tirando la pancia indietro, come se foste un gatto. Questo esercizio è utile per gli addominali, la schiena e anche per i muscoli pelvici.

Un’altra posizione utile è quella del cobra: sdraiatevi in posizione prona, e mettete le mani a terra all’altezza delle spalle, mantenendo le gambe unite. Piegate le braccia accanto al corpo e appoggiate le spalle a terra. Ispirate profondamente e sollevatevi sulle braccia, incurvando la schiena. Cercate di portare indietro la testa e di trattenere il respiro per qualche secondo, senza fare sforzi. Poi, stendetevi nuovamente a terra e ripetete l’esercizio.

Terza posizione: il cane a testa in giù. Per questa posizione è necessaria un po’ di esperienza. Mettetevi a terra appoggiando le mani e le ginocchia sul pavimento. Posizionate le mani leggermente più avanti delle spalle. Espirate e sollevate ginocchia e parte finale della colonna vertebrale verso l’alto. Allungate le gambe stendendole bene, spingete le cosce indietro e allungate successivamente i talloni senza sollevarli dal pavimento. Stendete le ginocchia senza avvicinarle; a questo punto è necessario mantenere la posizione e poi flettere le ginocchia al pavimento. Questo esercizio può stimolare la concentrazione.

La prossima posizione suggerita è un classico: l’albero. Mettetevi in posizione eretta, mani lungo i fianchi, fissando un punto immaginario davanti a voi. Sollevate il piede destro e portatelo all’interno della coscia sinistra, unendo le mani in alto sulla testa. Rimanete in questa posizione, respirando lentamente. Ripetete con l’altro piede: migliorerete postura e concentrazione.

Una posizione utile ai fianchi è quella proposta qui di seguito. Da sedute, unite i piedi e mettete le mani sulle caviglie. Cercate di spingere le ginocchia verso il pavimento, allargando i fianchi e portando il busto in avanti. Rimanete in questa posizione, respirando lentamente per 15-20 volte.

Ecco la posizione dell’asse, eccellente per la colonna vertebrale per l’addome. Stendetevi a terra come per eseguire una flessione, successivamente puntate le dita dei piedi e i gomiti sul pavimento, in modo da rimanere in equilibrio su di essi. Talloni, caviglie, fondo schiena, colonna, collo e testa dovrebbero essere sulla stessa linea.

La posizione del ponte aiuta il bacino e migliora la fluidità dell’intero corpo. Sdraiatevi sulla schiena e flettete le ginocchia, poi spingete il bacino verso l’alto, tenendo le mani per terra lungo i fianchi, oppure unite sotto la schiena. Rimanete in questa posizione per alcuni secondi e poi ritornate alla posizione iniziale, espirando.

Ottava posizione: in equilibrio sulle spalle. Sdraiatevi sul pavimento, con le braccia lungo i fianchi. Sollevate le gambe ad angolo retto, poi alzate il bacino e, infine, il busto, sostenendo la schiena con le mani. In questo modo sposterete il peso sulle spalle. Mantenete questa posizione per alcuni minuti: questo esercizio è utile anche contro il mal di testa in quanto accelera il flusso di sangue al cervello, oltre che ai fianchi.

Infine, ecco Savasana, la posizione dedicata al rilassamento: stese sulla schiena, con la colonna vertebrale il più possibile aderente al pavimento, le gambe leggermente divaricate e i palmi delle mani rivolti verso l’alto, chiudete gli occhi e ascoltate il vostro corpo, concentratevi sul respiro e lasciate scivolare via tutti i pensieri. Questa, benché apparentemente facile, può essere la posizione più difficile da eseguire, ma anche la più utile dal punto di vista sessuale: rilassarsi, ripulire la mente e il corpo dalle fatiche quotidiane è necessario affinché l’energia sessuale si sviluppi e si espanda.

Fonte: Prevention.