Al ristorante, si sa, è molto difficile resistere alla tentazione di un buon piatto di pasta, un dolce e qualche bicchiere di vino. Come fare per non ingrassare e mettere a repentaglio i risultati di una dieta equilibrata quando si va a cena fuori, senza rinunciare al gusto e al piacere di uscire a mangiare in compagnia?

Ecco alcune semplici regole da seguire al ristorante per mantenere la linea senza troppe rinunce. Quel che conta come primo passo è non farsi cogliere impreparate. Cercare quindi di sapere quanto più possibile sul menu e il tipo di cucina proposta dal ristorante dove si andrà a cena. Optare sempre per locali che garantiscano la qualità e la varietà degli alimenti.

La seconda regola è quella di non arrivare mai affamate all’appuntamento. Meglio fare uno spuntino leggero a metà pomeriggio per evitare di abbuffarsi. Il terzo consiglio è quello di decidere cosa ordinare prima di uscire di casa. Avere le idee chiare aiuta a non farsi tentare da piatti più calorici.

Saper dosare le porzioni è un’altra delle regole d’oro per concedersi una cena al ristorante senza mettere su chili. E se i piatti proposti sono troppo abbondanti meglio ordinare una mezza porzione che lasciare degli avanzi.

Mangiare lentamente è uno dei trucchi più utilizzati quando si è a dieta perché in questo modo si sviluppa prima il senso di sazietà e si mangia meno. Al ristorante è ancora più facile da mettere in pratica soprattutto perché si è in compagnia e si chiacchiera quindi si è meno portati a ingozzarsi.

Quando si è a cena in gruppo e si decide di ordinare dei piatti in comune da dividere meglio prendere due porzioni in meno rispetto al numero di persone e preferire sempre le verdure con le quali riempire il piatto per evitare di mangiare altri cibi troppo calorici. E se la cena è a buffet? La regola è abbondare con le verdure, poi per un quarto del piatto scegliere proteine e per ultimi i carboidrati.

Quando si ordina è importante specificare le proprie preferenze, come ad esempio quella di poter condire da sole le pietanze, quando è possibile, per evitare che arrivino troppo unte di olio e ricche di sale. Anche le salse andrebbero evitate o comunque richieste in versione light.

Ci sono poi delle parole chiave che possono far capire dall’inizio se un piatto è ad alto contenuto calorico e di grassi. Evitare tutti quei piatti che già dal nome proposto sul menu parlano di frittura, burro, panna e salse. Via libera invece ai piatti grigliati, al naturale, freschi di stagione e al vapore. E buon appetito.

Fonte: melarossa