La dieta dimagrante diventa una vera e propria ossessione in prossimità dell’estate. La prova costume fa paura e sono molte – troppe – le persone che decidono all’ultimo momento di perdere peso velocemente.

In tanti si affidano a diete dimagranti trendy (si veda la recente e condannata dieta Dukan) o al fai da te: nulla di più sbagliato. Secondo i nutrizionisti dell’ANDID, l’effetto yo-yo è dietro l’angolo. Gli italiani si impongono regimi ipocalorici durissimi che durano poco tempo: tuttavia, una volta visti gli effetti subitanei della dieta, si ritorna a mangiare normalmente e a riprendere tutti i chili persi.

I dati parlano chiaro: il 42% degli italiani è in sovrappeso, indice di abitudini alimentari sbagliate. Una di queste è proprio quella di voler dimagrire velocemente in pochissimo tempo. I nutrizionisti dell’ANDID, invece, propongono una dieta dimagrante dagli effetti meno eclatanti nel breve termine, ma in grado di garantire risultati duraturi. Ecco qualche consiglio per seguire un regime alimentare corretto, dimagrire in modo ragionato e arrivare in forma alla prova costume, senza esagerare con le diete.

Mai saltare i pasti e fare sempre colazione. A ogni pasto i carboidrati non devono mai mancare: si può optare per quelli integrali, ma, anche se in minima quantità, devono essere sempre presenti. Anche frutta e verdura non devono mancare mai, né a pranzo, né a cena.

I formaggi, invece, non devono essere consumati sempre: sono molto grassi, pertanto il loro consumo deve essere limitato a due o tre volte alla settimana. Il pesce, invece, deve essere consumato ogni settimana, almeno due volte.

Due o tre volte alla settimana bisogna preparare dei piatti unici. Si possono realizzare insalate di uovo sodo e tonno, oppure uovo sodo e mozzarella, o uovo sodo e prosciutto cotto – meglio se magro. In alternativa, una zuppa di legumi e cereali con contorno di verdure. Infine, si possono consumare insalate di riso con ortaggi – pomodori, sedano, piselli, basilico e olive.

Quando si decide di condire la pasta, meglio scegliere un sugo poco grasso: è sempre preferibile optare per i condimenti vegetali. Il consiglio dei dietisti, inoltre, tocca anche l’argomento che riguarda le associazioni tra cibi: mai associare carne e formaggio, patate e pane, patate e pasta.

I dolci sono una nota dolente: la gola potrebbe facilmente portarci fuori strada. Senza cadere in dolorose privazioni che potrebbero avere ripercussioni psicologiche, meglio mangiare il dolcetto a colazione o a fine pasto e mai lasciare che l’istinto ci porti a consumarlo fuori pasto o di notte.

Infine, è d’obbligo bere molto: ogni giorno bisogna consumare da un litro e mezzo a due litri di bevande. Oltre l’acqua, si possono bere anche altri tipi di drink, purché non siano zuccherati o superalcolici.