Riuscire a trovare il giusto abbinamento colori, vestiti e scarpe non è sempre facile, in quanto bisogna districarsi tra gusti personali, tendenze della moda e scelte da fare opportunamente in base al proprio fisico: una guida semplice con le regole di base degli accostamenti da preferire, quindi, può essere uno strumento utile quando si hanno dei dubbi o se si vuole migliorare il proprio stile.

Naturalmente, il tipo di abbinamento dipende anche dall’occasione e quindi dalla formalità a cui è soggetto l’outfit: camicetta e gonna longuette a pieghe si possono abbinare alle sneakers per una passeggiata in città con le amiche, ma gli stessi abiti con delle scarpe décolleté possono andar bene per un appuntamento di lavoro.

I colori stessi vanno scelti con cura: anche se in generale con i neutri non si sbaglia mai, vestirsi di grigio a un pic nic sembrerebbe quanto meno stonato, così come utilizzare tinte fluo per una serata a teatro.

Vediamo, allora, una breve ma utile guida per l’abbinamento di colori, vestiti e scarpe.

Galleria di immagini: Moda Estate 2017, come abbinare i colori, le foto

Abbinamento colori: la guida

  • La ruota dei colori. In generale, conoscere la ruota dei colori può essere molto utile per capire come abbinare al meglio le tinte tra loro. La ruota nasce dai tre colori primari, rosso, giallo e blu, che mescolandosi formano quelli secondari, arancione, verde e viola, che a loro volta danno vita alle sfumature terziarie. Gli abbinamenti migliori sono quelli tra colori analoghi (quelli che si trovano uno accanto all’altro nella ruota) e tra i complementari (che si trovano agli opposti).
  • Ton sur ton. Scegliendo colori della stessa famiglia è facile dare vita ad abbinamenti indovinati: si può completare poi un look fatto di due blu, due verdi o due rossi con un colore neutro.
  • I colori neutri. I colori neutri sono dei passepartout: basta pensare ad abbinamenti classici come il bianco con il nero. Ai neutri, poi, si può anche aggiungere un colore più acceso per dare energia al look.
  • Non esagerare. Anche se siete amanti dei colori, meglio non esagerare con la quantità: il look perfetto è un equilibrio di 3 colori. Nel caso di un capo con una stampa, meglio evitare l’effetto Arlecchino e scegliere solo una o due delle tinte presenti nella fantasia e utilizzarle per il resto dell’outfit.

Abbinamento vestiti: la guida

  • Lo stile. Scegliere lo stile è un buon punto di partenza per l’abbinamento dei capi. Con uno stile classico si può puntare su tailleur, tubino, abiti midi, camicette e pantaloni ampi; per un abbigliamento casual vanno bene jeans e t-shirt, ma anche top, gonna e sneakers; per un outfit originale puntate su capi particolari e su scelte a contrasto, lasciando ispirare dalle immagini delle sfilate e dalle riviste di settore.
  • Il fisico. Gli abbinamenti vanno scelti anche in base al fisico di chi indossa i vestiti. Le più alte e magre possono indossare quasi tutto, e stanno molto bene con gonne lunghe e pantaloni ampi e top. Le basse possono optare per pantaloni dritti o abiti corti e un tacco per slanciare il fisico. Altro discorso le curvy, che devono puntare sul décolleté e sviare l’attenzione da fianchi e pancia sottolineando il punto vita.
  • L’occasione. Per un look perfetto bisogna sentirsi a proprio agio con l’outfit ma anche definirlo in base all’occasione. Se si tratta di lavoro o un evento formale, meglio evitare gonne corte e capi attillati, da riservare alle serate in discoteca. Così, per una passeggiata con le amiche o una gita fuori porta, inutile arrampicarsi su tacchi 12”.
  • Guardaroba capsula. Una soluzione per non sbagliare mai gli abbinamenti è quella di crearsi un guardaroba capsula, formato da pezzi essenziali di abbigliamento che non passano mai di moda e perfetti da abbinare l’uno con l’altro.

Abbinamento scarpe: la guida

  • Ballerine. Le ballerine (ma anche le slippers o i mocassini) sono particolarmente indicate a un fisico slanciato. Si portano sotto i jeans per un look casual, sotto a pantaloni classici o a vestiti leggeri, con gonne a tubo o lunghe e morbide.
  • Décolleté. Le décolleté, nella loro versione più classica, sono davvero un passepartout per ogni look, da scegliere sotto ai jeans con top e camicia, con abiti classici e tailleur, da evitare però con outfit sportivi.
  • Sandali. I sandali alti si abbinano un po’ come le décolleté, mentre quelli bassi, magari in cuoio, stanno molto bene con jeans e abiti estivi.
  • Stivali. Gli stivali sono perfetti con abiti e gonne al ginocchio, oppure con jeans skinny o leggings se il modello è abbastanza largo per inserire all’interno il pantalone.
  • Sneakers. Le sneakers ormai non si utilizzano più solo nei look sportivi, come con jeans e tuta, ma si possono abbinare anche a outfit casual o urban chic, come con top e gonna plissé.