Proteggersi dal sole è fondamentale, lo sappiamo tutti. Nonostante ciò è possibile incappare in errori comuni che possono renderci meno protetti di quanto pensiamo: evitare questi sbagli è importante come conoscere la protezione più adatta alla nostra pelle, e necessario per difendere la nostra epidermide dai danni che il sole può arrecarle. Ecco alcuni consigli per essere sicuri della protezione indossata e mantenere la pelle sana anche durante la bella stagione.

Innanzitutto è necessario applicare la giusta quantità di crema solare, senza lesinare sulle dosi. Se il prodotto scelto dovesse risultare unto o poco confortevole, potrebbe non essere adatto alle vostre esigenze. Sul mercato esiste un’infinità di tipologie quindi, se possibile, prima dell’acquisto testateli in negozio o informatevi tramite le opinioni di altre persone con le vostre stesse caratteristiche che li hanno già provati.

Galleria di immagini: Abbronzatura sana

Fondamentale è poi la scelta del giusto fattore di protezione, variabile in base al proprio fototipo, e la necessità di rivolgere l’attenzione verso creme e lozioni solari in grado di difendere sia dai raggi UVA che UVB. Inoltre, è sempre meglio preferire un prodotto capace di contrastare l’azione del sole oltre a fornire un’efficace barriera protettiva, garantendo così una corretta idratazione e un effetto lenitivo per i danni causati dall’esposizione ai raggi solari negli strati più profondi dell’epidermide.

Nel caso abbiate in progetto di passare molto tempo all’aria aperta, pensate ad applicare la protezione almeno venti minuti prima, anche nel caso in cui indossiate costumi o abiti: aspettare l’arrivo in spiaggia per stendere la crema, lascerebbe la pelle in balìa del sole fino al completo assorbimento del prodotto, rischiando inutili scottature ed eritemi. Essenziale è poi applicare la protezione anche quando è nuvoloso: la quantità di raggi che giungono sulla nostra pelle è la stessa rispetto ai giorni di cielo sereno, quindi i danni che i raggi UVA possono provocare sono del tutto identici.

Non è poi vero che una protezione più alta dura più a lungo; è sempre necessario applicare nuovamente il solare ogni ora e mezza o, al massimo, un paio d’ore; i tempi ovviamente si riducono sensibilmente se decidessimo di concederci un bagno o una doccia. Infatti, nonostante i prodotti dichiarino di essere resistente all’acqua, la protezione risulta comunque compromessa ed è sempre meglio applicarlo ancora una volta.

I fattori di protezione inoltre non rispettano la matematica: stratificando due prodotti con SPF 15 e SPF 30, non si ottiene una copertura pari a SPF 45; meglio dunque scegliere un unico solare con i filtri adatti e non lasciare il compito della difesa al trucco, perché il pieno valore indicato sui prodotti di make-up è raggiungibile solo applicando diversi strati, situazione che quasi mai si avvera. È consigliato anche applicare una protezione sotto il trucco, preferendo in questo caso un trucco più leggero del solito.

C’è anche un altro errore nell’esposizione al sole, spesso commesso da tantissime persone che ignorano di essere più sensibili rispetto alle condizioni normali. Gli individui che assumono determinati farmaci, come quelli per l’ipertensione, gli antibiotici o la pillola anticoncezionale, sono considerati tra i più a rischio: il sole interagisce infatti con questi prodotti chimici, provocando a volte macchie scure che richiedono mesi per svanire o addirittura restano per sempre a testimonianza del danno che la nostra pelle ha subito. Attenzione anche a cibi e bevande che possono interferire con la desiderata abbronzatura: via libera ai prodotti ricchi di vitamina A, coloro che favoriscono un bel colorito intenso, e stop a caffè, té e alcolici, responsabili della disidratazione cutanea.

Anche una folta chioma di capelli non protegge adeguatamente il cuoio capelluto, una zona che quasi sempre non viene presa in considerazione, alla stregua delle orecchie; fate dunque attenzione perché anche queste sono aree importanti da proteggere. Se per la testa è possibile utilizzare pratici prodotti spray, per quanto riguarda i piedi spesso coperti dai sandali ma non per questo difesi dal sole, è necessario applicare sempre uno strato di crema per difendere la loro delicata epidermide.

Un’altra regione del corpo spesso sottovalutata è quella delle labbra, molto più esposte di qualsiasi altra area del viso: importantissimo in questo caso non applicare su di esse prodotti senza protezione come rossetti e lip gloss che potrebbero causare fastidiose e antiestetiche scottature. Meglio quindi scegliere stick con SPF 20 appositamente studiati per la bocca, poiché qualsiasi prodotto viene parzialmente ingerito, anche se non si mangia né si beve, usando l’accortezza di riapplicarlo di tanto in tanto durante l’esposizione al sole.