Nonostante l’arrivo tanto atteso dell’estate, le vacanze sono per la maggior parte delle persone solo un lontano miraggio e l’agognata tintarella deve attendere prima di comparire sulla pelle ancora candida.

E se nel frattempo ci fosse un modo per avere una bella abbronzatura uniforme, facile da ottenere e dall’aspetto naturale senza utilizzare l’autoabbronzante né sottoporsi a lampade UV?

Mai sentito parlare di “abbronzatura spray“? Scopri tutti i suoi segreti!

E’ la scelta di chi odia l’autoabbronzante perché difficile da applicare in modo uniforme e di chi non predilige le lampade UV a causa della possibile formazione di rughe e di macchie, l’abbronzatura spray è sempre più richiesta fino ad essere diventata negli ultimi anni una moda anche in Italia.

Ma di cosa si tratta nello specifico?

A base di DHA (Didrossiacetone) estratto dalla canna da zucchero, l’abbronzatura spray ha il potere di scurire la cheratina in modo naturale e la vostra pelle apparirà ambrata in pochi minuti ed in modo uniforme. Essendo una sostanza naturale, non ha controindicazioni, non penetra in profondità nella pelle e non stimola la melanina.

Come funziona?

Da eseguirsi in istituto, dopo aver effettuato uno scrub profondo che elimini le cellule morte, attraverso un apposito nebulizzatore la vostra abbronzatura verrà depositata sulla pelle e vedrete la reazione nel giro di alcune ore. L’unica attenzione da avere sarà quella di non lavarsi per diverse ore dopo l’applicazione ed in seguito eliminare gli eccessi di prodotto con una doccia.

Quali sono i vantaggi?

L’abbronzatura sarà uniforme, senza macchie, non c’è pericolo di scottature, eritemi ed altre conseguenze dell’esposizione al sole o alle lampade UV, si ottiene in pochi minuti ed è perfetta anche per le pelli chiare che non si abbronzano.

E quali gli svantaggi?

Dura dai 5 agli 8 giorni, ma non avendo controindicazioni può essere fatta e rifatta a piacimento.

I costi vanno dagli 8 ai 35 euro a seconda delle zone.

PhotoCredits|InfoPhoto