Anche in fatto di abiti da sposa invernali, a dettare le tendenze sono gli stilisti, che durante le sfilate di alta moda autunno/inverno hanno mostrato alcune linee guida imprescindibili se si vuole un matrimonio à la page.

Il matrimonio nei mesi invernali ha molti vantaggi: è più romantico, più originale e, solitamente, più economico. Non mancano, però, i rischi. Primo fra tutti, il pericolo di eccedere con i loghi comuni come palline bianche, abeti e neve artificiale. Meglio restare il più possibile sobri, lasciando da parte il verde e il rosso e preferendo invece l’oro bianco e l’argento o una tavolozza più chic fatta di blu, verde acqua o grigio, e basando le scelte sui fiori di stagione come gli anemoni, i ranuncoli e i fiori di cotone.

Galleria di immagini: Abiti da sposa invernali

A questo punto, vediamo i nuovi diktat giunti da Parigi che andranno a ispirare la scelta tra gli abiti da sposa invernali a disposizione.

  • Karl Lagerfeld, per Chanel, immagina un matrimonio in smoking bianco doppiopetto (e immancabile camelia). Unica concessione alla tradizione? Un lungo velo di tulle ricamato che parte dalle spalle e avvolge la silhouette.
  • Per Giambattista Valli l’abito da sposa è un trionfo di tulle bianco o arancio con top ricamato di paillettes e fiori.
  • Più sobria la sposa di Raf Simons, che per Christian Dior disegna un abito immacolato, ricamato con motivi floreali, con una gonna di garza.
  • Non poteva mancare una pelliccia da Fendi, che realizza un vero e proprio must per i matrimoni in montagna: pelliccia bianca con sottoveste e collo di volpe.
  • Pizzo preziosissimo per Elie Saab, che per la sua sposa sceglie riflessi ambrati, ricami di cristalli e paillettes e una corona sottile di foglie d’oro.
  • È realizzato in pizzo e paillettes scintillanti a disegnare delle stelle l’ampio abito di Zuhair Murad, adatto a matrimoni regali.
  • Vera Wang propone abiti nuziali in chiffon leggero e trasparente, modelli con aperture sui fianchi, cortissimi e con scollature profonde sulla schiena, tra i quali spuntano anche dei complementi e lavorazioni in nero.
  • Con una tavolozza di colori che va dai toni del bianco a quelli dello champagne, gli abiti di Alberta Ferretti sono ideali per una sposa bohémienne. Disegnano sagome lunghe e filiformi: pizzi, pieghe, ruches e pannelli con lunghi veli o corone di fiori in testa.