L’estate è alle porte: il profumo delle città cambia, lasciando alle fragranze floreali lo spazio necessario per far brillare le metropoli di nuova luce. La primavera – e di conseguenza l’estate – portano con se un ulteriore dettaglio: gli abiti lunghi. Cambiano i colori, le atmosfere e i locali serali nei quali, con più disinvoltura, si trascorre del tempo, al tramonto, tra amici, facendo l’aperitivo.

Lasciato nell’armadio per tutta la stagione fredda, a causa delle piogge che non permettono di indossarlo con troppa disinvoltura, l’abito lungo torna in pompa magna in tutti gli armadi femminili dopo il cambio di stagione. È, non per esagerare, uno dei must have di ogni donna, capace di adattarsi ad ogni situazione, dal mare alla serata elegante. Tuttavia, come ogni indumento, gli abiti lunghi vanno indossati seguendo 3 semplici regole.

  1. Eleganza prima di tutto. Seppur possa sembrare banale come consiglio, questo consiglio potrebbe salvare l’immagine femminile da spiacevoli situazioni. Infatti, un abito lungo più trasparente e morbido non è adatto ad una situazione formale o in un luogo che richiede un briciolo di eleganza; la trasparenza ben si sposa con una situazione balneare, un aperitivo in piscina tra amiche. Così, un abito più scuro e sofisticato, si addice ad una situazione serale, piuttosto che mattutina.
  2. Occhio agli accessori. L’abito lungo, nella sua essenzialità, prende forma attraverso gli accessori che gli vengono abbinati – che possono anche evidenziare l’identità femminile. Assoluto divieto a paillettes e strass, che sono tipici elementi della stagione più fredda. Con l’abito lungo bisogna lasciare spazio ad accessori dal colore pastello, ai materiali particolari come paglia e sughero ed al cuoio dalla colorazione chiara.
  3. Attenzione alle scarpe. L’ultimo consiglio non poteva non riguardare le scarpe: questo elemento rende veramente unico l’outfit scelto e, a differenza dalla stagione invernale, è giusto lasciare spazio alle calzature basse ed aperte. Ad esempio, il modello schiava si addice a perfezione con un abito lungo ampio e svolazzante, magari in una situazione conviviale a bordo piscina o sul bagnasciuga del lido nel quale si trascorre l’estate. Una zeppa, dal tacco non troppo alto e invadente, è la soluzione migliore in una serata più raffinata e tirata.