Gli abiti da sposa 2014 sembrano segnare il ritorno a una  femminilità discreta: volumi, tessuti e linee minimal scivolano sul corpo esaltandone le curve in un gioco sapiente e mai volgare di pizzi e scollature. Non accenna a passare la febbre vintage scatenata dal successo del blockbuster di Baz Luhrmann Il grande Gatsby: corpetti morbidi e sempre meno steccati si abbinano a gonne semplici e dritte in satin o georgette che sembrano aver definitivamente abbandonato il diktat del tulle.

Le versioni più ricche presentano perline e spille di strass a segnare la zona del décolleté, ma la vera tendenza è velare: moltissime maison propongono il corpetto classico abbinato a uno strato di pizzo o velo a coprire spalle e seno. Di merletto anche le spalline che, più strette verso il corpetto, si allargano fino a ricadere leggermente sulle spalle. Non volete rinunciare al classico bustino? Durante la cerimonia abbinatelo a un bolero o, addirittura, a una maglia in pizzo, con lo scollo a barca e la manica a tre quarti, per un look molto Seventies. Anche i veli diventano importanti e bordati di pizzo, mentre gli strascichi si fanno contenuti. Ai modelli a sirena, di gran moda ma impegnativi da indossare, si alternano i modelli corti sotto il ginocchio con gonne ampie e fasce a segnare il punto vita ricercatissimi per le cerimonie civili. Per quanto riguarda i colori, al bianco ottico si affianca il rosa tenue, per un effetto iper-romantico. La schiena è protagonista: sui modelli più tradizionali si aprono oblò e scolli profondi, spesso sottolineati da una fila di bottoni dal sapore ottocentesco o da dettagli floreali.

Galleria di immagini: Abiti da sposa 2014: la collezione Atelier Carol

photo credit: Denny Sytangco Photography via photopin cc