Dopo mesi di attesa, il giorno delle nozze è finalmente arrivato, e al termine dei festeggiamenti ci si trova a tu per tu con l’abito che ha rappresentato il giorno più bello. Cosa farne? La tendenza generale è quella di conservarlo nell’armadio vita natura durante, consapevoli dell’ingombro ma anche felici di dare una sbirciatina ogni tanto, per ravvivare i ricordi.

E se questa non fosse l’unica soluzione? Ci vuole un po’ di coraggio, ma forse neanche più di tanto, e in meno che non si dica si potrebbe recuperare un po’ di spazio nel guardaroba e, perché no, racimolare qualche soldo.

Galleria di immagini: Shopping per la sposa

Una delle soluzioni, infatti, è quella di vendere l’abito da sposa usato, preferibilmente attraverso eBay o altri siti appositi. In questo modo non si rischierebbe di farlo acquistare da una conoscente, e quindi di vederlo indosso a un’altra donna, cosa che potrebbe creare qualche imbarazzo.

Certo, il valore affettivo è tanto, ma nella maggioranza dei casi il vestito scelto per le nozze è effettivamente inutilizzabile in altre occasioni. In tempi di crisi, e soprattutto di iniziative eco friendly, abbiamo visto come un aiuto arriva dalle tante case produttrici che realizzano abiti convertibili, vale a dire strutturati in modo da poter essere indossati ancora.

Solo per fare qualche esempio, si potrebbe optare per una mise con corpetto staccato, da sfruttare abbinandolo a qualsiasi capo di abbigliamento, fosse anche un semplice paio di jeans. Chi invece ha preferito sposarsi con una mise abbastanza sobria, composta da tailleur e magari pantaloni, non avrà che l’imbarazzo della scelta per poter indossare ancora l’abito del matrimonio.

Un’altra soluzione, decisamente più solidale, è quella di donare l’abito da sposa in beneficenza. Le possibilità sono tante, tra le quali citiamo l’iniziativa promossa dall’associazione Salvamamme in collaborazione con Kuore di Roma Onlus. Il progetto “Sposare un sogno”, infatti, propone a tutte le neospose la donazione dell’abito usato che potrà essere usato da una delle tante future spose meno fortunate, che non hanno la possibilità di acquistarne uno nuovo ma che non vogliono rinunciare a vestirsi con un capo speciale il giorno delle nozze.

Un ultimo consiglio. Se avete scelto un abito con velo, magari lungo e arricchito di pizzo, posarlo nel cassetto con il rischio di rovinarlo e ingiallirlo sarebbe proprio un peccato. Perché non metterlo in mostra, magari utilizzandolo per rivestire o coprire la culla del bambino?