Approvato dalla Commissione Urbanistica un provvedimento per reprimere e prevenire l’abusivismo edilizio. Si prevede pertanto l’aggiornamento e la gestione del Sistema Informativo Territoriale mediante tecnologie aerofotogrammetiche e satellitari per la rilevazione territoriale, che verrà naturalmente trasmessa ai Comuni nei quali si riscontrano anomalie.

Si prevede anche l’istituzione di un Fondo regionale di rotazione da utilizzare per dare un sostegno finanziario ai Comuni che dovranno sostenere le spese per gli interventi di demolizione delle opere abusive e di ripristino dello stato dei luoghi, disposti dall’autorità giudiziaria.

E poi naturalmente l’iter normale in questi casi. Entro il 31 gennaio di ogni anno i Segretari Comunali dovranno inviare alla Regione una relazione in cui vengono indicati gli abusi edilizi rilevati, le demolizioni effettuate dai responsabili degli abusi edilizi o direttamente dal Comune, le opere abusive non ancora demolite e quelle non acquisite al patrimonio comunale, con l’indicazione delle cause che ne hanno ostacolato la normale procedura.

Allo scopo di condurre tutte le operazioni indispensabili per prevenire e reprimere l’abusivismo edilizio nella Regione Puglia è stato messo a disposizione dei Comuni un Sistema Informativo Territoriale che è uno dei più efficienti in Italia per contrastare e reprimere un fenomeno tristemente annoso.

L’auspicio che viene da più parti è quello che di una maggiore assistenza alle imprese e di un impegno da parte delle amministrazioni locali a utilizzare le risorse in favore delle imprese, promuovendo interventi di rigenerazione urbana o premialità per i progetti ecosostenibili.