Un bicchierino per sciogliersi un po’. Questa è una scusa comune quando si parla dell’abitudine di concedersi un drink prima di fare sesso con qualcuno. Ma i sondaggi che girano da qualche tempo nei paesi anglosassoni sono preoccupanti: ormai tre donne su quattro non ricordano più quand’è l’ultima volta che hanno fatto l’amore senza prima aver bevuto.

Il sondaggio che la FemFresh (azienda di cosmetici) sta sottoponendo in giro per il mondo sta dando risultati inquietanti: sia in Gran Bretagna che in tutto il Regno Unito, ma anche in Australia, le percentuali sono molti simili: in un campione rappresentativo di 3000 donne tra i 18 e i 50 anni emerge che negli ultimi otto rapporti intimi con uomini, almeno in cinque occasioni erano ubriache.

Galleria di immagini: Vino e eros femminile

Non si parla infatti dell’abitudine di bere, bensì dell’abuso di alcol, e sono le ragioni che portano a farlo a preoccupare gli specialisti. Per moltissime donne, almeno tre quarti del campione, l’alcol serve a rilassarsi e disinibirsi, a sentirsi all’altezza.

Insomma, la vecchia questione dell’ossessione per la performance. Se dunque gli uomini, anche quando non hanno alcun problema fisiologico, abusano di farmaci come il Viagra, le donne sono invece portate ad alzare il gomito. Una su sei ammette che il problema è la fiducia in sé stessa.

Purtroppo questo scenario non riguarda neppure i rapporti occasionali, visto che il 14 per cento delle donne sposate ammette di riuscire ad avere rapporti con il marito solo in stato di ebbrezza.

Kathryn Lakeland, ideatrice di questi sondaggi (pensati per orientare il marketing dei loro prodotti) così commenta i risultati:

“Il fatto che l’alcol giochi un ruolo fondamentale nella loro vita sentimentale dimostra che in camera da letto le donne si servono delle bevande alcoliche come di una specie di iniezione di autostima, rischiando però così di perdere completamente l’autocontrollo.”