L’aceto, insieme al bicarbonato di sodio e al limone, è il grande protagonista dei rimedi naturali fai da te per la pulizia, che sia personale, della casa o dei tessuti. Tra i vantaggi di questo alleato ci sono l’efficacia, l’ecosostenibilità e anche il risparmio, qualità sempre gradita, visto il prezzo dei vari detersivi e saponi in commercio.

Ecco una serie di utilizzi che permettono di sfruttare al meglio le potenzialità dell’aceto.

  • Bucato perfetto. L’acido acetico contenuto nell’aceto bianco distillato è perfetto per sciogliere i residui lasciati dai saponi e detergenti, rendere il bianco più brillante e fungere anche da ammorbidente. Basta aggiungere 1/2 tazza di aceto per il risciacquo finale nella vaschetta dell’ammorbidente nella lavatrice. Per macchie difficili su tessuti bianchi di cotone è possibile portare a ebollizione una pentola d’acqua, aggiungendo 1 tazza di aceto bianco distillato e lasciando a bagno per tutta la notte i capi da sbiancare, procedendo poi al normale lavaggio.
  • Pediluvio deodorante. Unendo all’acqua del pediluvio dell’aceto di vino o dell’aceto di mele (calcolando due parti di acqua e una parte di aceto), si ottiene un pediluvio deodorante capace anche di contrastare l’eventuale presenza di funghi e micosi. Un pediluvio efficace deve durare 20 minuti.
  • Via la puzza di fumo. Se in casa c’è un fumatore o se avete dato una cena in cui avete lasciato agli ospiti la libertà di fumare e volete rinfrescare l’ambiente, cambiate l’aria aprendo le finestre e poi versate dell’aceto bianco in una ciotola che lascerete per tutta la notte nella stanza, se è inverno su un calorifero acceso, se è estate utilizzando più aceto.
  • Anticalcare. L’aceto, diluito con un po’ di acqua in uno spruzzino, si può utilizzare per sciogliere le incrostazioni di calcare dai rubinetti e dai sanitari, usando una spugnetta umida, strofinando e sciacquando. Per salvaguardare lavatrice e lavastoviglie dai danni del calcare basta, poi, fare un lavaggio ogni tanto con mezzo litro di aceto a temperatura superiore a 60 gradi. Bisogna però ricordare che l’aceto è un acido e non può essere usato su marmo, pietre naturali tipo travertino, pavimenti in cotto e sulle superfici delicate in genere.
  • Per gli amici a 4 zampe. Forse non tutti sanno che l’aceto di vino bianco è utile anche per chi tiene in casa degli amici a 4 zampe: è infatti indicato per allontanare le pulci e si può applicare sul pelo del cane dopo essere stato diluito con dell’acqua e spruzzato su di un panno morbido.