L’acquagym, l’allenamento in acqua, è perfetto per bruciare una gran quantità di calorie senza affaticarsi troppo. Basta pensare che semplicemente cercando di restare a galla con movimenti vigorosi si perdono 11 calorie al minuto, proprio come durante una corsa di 9 chilometri l’ora. Inoltre, la resistenza continua dell’acqua impegna le fibre muscolari attraverso un’ampia gamma di movimento, perfetta per rassodare sotto ogni punto di vista.

Eseguite il maggior numero di ripetizioni per ciascun esercizio, iniziando con 30 secondi, seguiti da altrettanti di riposo, quindi altri 30 secondi di ripetizioni. L’obiettivo è di aumentare gradatamente fino a 60 secondi, passando per un esercizio medio che ne duri 45. L’allenamento, da fare in giorni non consecutivi al mare o in piscina, necessita solo di un pallone da spiaggia (più grande è la palla, più duro sarà il lavoro).

  • Per braccia, schiena, pettorali, addominali, glutei e bicipiti femorali. Dove l’acqua è profonda, restando a galla in posizione verticale, fate piccoli cerchi con le braccia tese e le mani a coppa, mentre sforbiciate con le gambe facendole arrivare all’altezza dei fianchi, mantenendo la posizione per 5 secondi e alternando i lati per un totale di 30 secondi. Stringete i glutei, farete esercitare il muscolo e manterrete al tempo stesso meglio l’equilibrio.
  • Per schiena, addominali, glutei e gambe. Abbracciando il pallone da spiaggia all’altezza del petto, galleggiate sulla schiena, con le gambe distese e i piedi uniti. Rotolate verso sinistra con la parte superiore del corpo, facendo seguire il movimento di spalle e schiena dalle gambe (come un animale acquatico), passando con il viso sott’acqua fino a fare un giro di 360° e tornare nella posizione iniziale. Fate un bel respiro. Proseguite per 30 secondi, alternando la direzione della rotazione. I principianti possono girare lasciando la testa sopra il pelo dell’acqua.
  • Per spalle, schiena, tricipiti e addominali. Tenete la palla tra le braccia tese davanti a voi e galleggiate a pancia in giù con le gambe tese e i piedi uniti. Mantenendo le braccia diritte, portate palla sotto di voi, il più velocemente possibile, disegnando un arco attraverso l’acqua verso le cosce. Quando la palla viene spinta sotto, portate la testa fuori dall’acqua e fate un bel respiro (i principianti possono tenere la testa sopra l’acqua per tutto l’esercizio). Quando la palla arriva cosce, piegate i gomiti per riportarla in superficie e spingete le braccia in avanti per tornare alla posizione iniziale. Ripetete per 30 secondi. Tenere le braccia più diritte possibile e il corpo rigido per ottenere il massimo risultato muscolare.